Terzogenita figlia di Echidna EchidnaECHIDNA Mostro, donna nella parte superiore e serpente nella parte inferiore. Figlia di Crisaore, moglie e madre di Tifone e della maggior parte dei mostri della mitologia classica. Dalla sua unione con Tifòne, generò una serie di mostri orripilanti quali: l'insonne dragone che custodiva... Leggi e TifonePersonificazione del vento impetuoso del Sud, il mito è originario dell'Asia meridionale, da dove passò in Egitto e poi in Grecia. Gli Egizi lo chiamarono Set o Seteh. Per i Greci era un essere mostruoso dalle cento teste e dalla forza immane, chiamato anche... Leggi. Mostro dalla forma di serpente con nove teste, le quali se tagliate rinascevano.
Ucciderla fu la seconda fatica di Eracle EracleZeus incapricciatosi di Alcmena, prende le sembianze del marito di lei, Anfitrione. Zeus passa con la donna un giorno e una notte d'amore, notte che in effetti era durata tre giorni poiché Zeus aveva ordinato al sole di riposarsi per tre giorni. Intanto fatto... Leggi che tagliandole man mano bruciava il moncone in modo da impedire la crescita della nuova testa.
Un’altra versione del mito narra che l’Idra fu soccorsa da un enorme granchio che assalì Eracle attanagliandolo a un piede.
Per questo Era lo pose nella costellazione del Cancro che brilla in cielo vicino a quella dell’Idra.

Crediti
   •  Ὕδρα, Ὕδρη  •
 • Miti 3000
 • Mitologia e dintorni
Figlia di Tifone e di Echidna, la dea serpente, sorella del cane Ortro e di Cerbero dalle 50 teste, viveva nella palude di Lerna in Argolide; Hesiod. Theog. 306-315. Fu sconfitta da Eracle con l’aiuto di Iolao (Hesiod. Theog. 316-318) in una delle 12 fatiche. Aveva numerose teste (per lo piú 9, il numero varia), delle quali una era immortale. Il suo sangue era un potentissimo veleno, che causerà la morte dello stesso Eracle. Il mostro dà il nome a una costellazione, presso il Cancro, il Leone e il Centauro, cfr. Arat. Phaenom. 1, 443-447.
Deriva dal comune sostantivo neutro ὕδωρ, (hitt. wadar), come anche ὕδρος o ὕδρον, “serpente d’acqua”. In miceneo si trova u-do-ro, cioè ὕδρον, come recipiente o secchio per l’acqua, idria, PY 76 Tn 996.

Crediti
   •  Ὕδρα, Ὕδρη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La chimera nel cassetto
21% Aldo BusiFrammenti
Relazioni mancanti di partner scarpe singole, mai spaiate, ogni individuo come con una gamba sola, costretto a credere di averne due per comperarne un paio e vivere in funzione di quell’altra non indossata né indossabile, la chimera Mostro favoloso, figlia di Idra, poi partorí Chimera, che fuoco spirava, che immane era, tremenda, veloce nei piedi, gagliarda. Essa tre teste aveva: la prima di fiero leone, l'altra di capra, la terza di serpe, d'orribile drago (Esiodo, Teogonia). Fu uccisa da Bellerofonte. Vomitava... Leggi nel cassetto, sempre a⋯
Limitare la crescita
21% Jay ForresterSocietà
Che accade quando la crescita si avvicina a dei limiti fissi e viene costretta a dare spazio ad una qualche forma di equilibrio? Ci sono possibilità di scelta di fronte a noi che conducano a futuri alternativi? La crescita esponenziale non continua per se⋯
Bastò il piombo
20% FrammentiOmero di Chio
…Era il mostro di origine divina, leone la testa, il petto capra, e dragoMostro favoloso che si ritrova in tutte le antiche mitologie. Rettile alato con ali di pipistrello, con testa di cane, zampe di leone, e bocca con una o più lingue che vomita fuoco e fiamme. Nella letteratura e nell'arte cinese, è uno degli elementi... Leggi la coda; e dalla bocca orrende vampe vomitava di foco1. Eroe eponimo della Focide, figlio di Eaco e della Nereide Psamate, fratellastro di Peleo (Hesiod. Theog. 1004-05) ed anche 2. nome di un abitante di Glissa in Beozia, che stabilì che i numerosi pretendenti della figlia Calliroe dovessero battersi con le armi, ma... Leggi: e nondimeno, col favor degli Dei, l’eroe la spense… La chimera è un mostro mitologico con parti del corpo di animali diversi. ⋯
Qualità della vita
20% LibriMaurizio Pallante
I segnali sulla necessità di rivedere il parametro della crescita su cui si fondano le società industriali continuano a moltiplicarsi: l’avvicinarsi dell’esaurimento delle fonti fossili e le guerre per averne il controllo, i mutamenti climatici, lo sciogl⋯
Penetrare in se stessi
17% PercorsiRainer Maria Rilke
La solitudine cresce; la sua crescita è dolorosa come la crescita dei fanciulli e triste come l’inizio delle primavere. Ma questo non vi deve sviare. Solo di questo abbiamo bisogno: solitudine, grande intima solitudine. Penetrare in se stessi e per oreFiglie di Zeus e di Temi, in origine divinità della natura e dell'ordine, delle stagioni e delle piogge, più tardi connesse anche al concetto della Giustizia. Furono talvolta identificate con le Cariti (le Grazie) e chiamate Auxo e Carpo, nomi alludenti alla semina, alla... Leggi no⋯