Figlia di Triope; sposò lo zio Aloeo e ne ebbe tre figli; innamorata di Posidone, ebbe anche da costui due figli, i giganti Oto ed Efialte (Hom. Od. 11, 305 ss.; Hygin. Fab. 28).
È attestato il teonimo miceneo al dat. i-pe-me-de-ja (PY Tn 316.6). Si tratta di un composto dello strumentale ἶφι (cfr. supra IfianassaNome di diverse eroine, fra cui: 1. la figlia del re d'Argo Preto (Apollod. Bibl. 2, 2, 2), andata in sposa a Melampo; 2. una delle figlie di Agamennone (Hom. Il. 9, 145; 287); 3. la moglie di Endimione (Apollod. Bibl. 1, 7, 6).... Leggi) e del verbo μέδω, “comandare, regnare”, quindi dovrebbe significare “colei che comanda con forza” o, considerandolo un patrocelebrativo, “figlia di colui che comanda con forza”. Non va confuso con in composti in μηδ-, come lo intende Carnoy (DEMGR), “colei che riflette con forza”, altrimenti avrebbe dovuto avere la forma *Ἰφιμήδεια.
Da respingere anche l’interpretazione di Room (Room’s Classical Dictionary, p. 172), “colei che partorisce con forza”, da μήδεα, “genitali”.

Crediti
   •  Ἰφιμέδεια  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’aiuto dell’uomo incivile
16% LibriRalph Waldo Emerson
Un uomo dovrebbe darci la sensazione di una massa. La società è frivola e disperde le sue giornate in ritagli e brandelli, le sue conversazioni in cerimonie ed evasioni. Ma se vado a trovare un uomo d’ingegno egli non dovrebbe darmi benevolenza e buone man⋯
La logica del senso
15% FilosofiaGilles Deleuze
Il paradosso è il rovesciamento simultaneo del buon senso e del senso comune: appare da un lato come i due sensi, a un tempo, del divenire-folle, imprevedibile; dall’altro come il non senso dell’identità perduta, irricogniscibile. AliceNinfa del mare figlia di Nereo e dell'Oceanina Doride.... Leggi è colei che va sem⋯
Sul paradosso
15% FilosofiaGilles Deleuze
Il paradosso è il rovesciamento simultaneo del buon senso e del senso comune: appare da un lato come i due sensi, a un tempo, del divenire-folle, imprevedibile; dall’altro come il non senso dell’identità perduta, irricogniscibile. Alice è colei che va sem⋯
Chi ama qualcuno ama la sua libertà
14% Aldo BusiSocietà
Quello che mi fa disperare dell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi è la limitatezza della sua libertà di movimento fra le due persone e la costrizione cui si sottomette la libertà stessa, esaltando quella dell’uno, umiliando quella dell’altro, in effetti fuggendo via da entrambi. L’a⋯
Sapere teorico?
13% Jacques DerridaLinguaggio
Inizialmente e nella sua determinazione classica, la menzogna non è l’errore. Si può essere nell’errore, ci si può ingannare, è possibile anche dire il falso senza cercare di ingannare e quindi senza mentire. È vero che le esperienze della menzogna, dell’⋯