Figlia di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi e di Era, quindi sorella di Ebe Poco conosciuta figlia di Zeus e di Era; dea della giovinezza eterna e della forza vitale, secondo Omero, coppiera degli dei, data in sposa a Eracle dopo che era stato assurto in cielo. Con Eracle generò Alessiare e Aniceto. Dai Romani fu assimilata alla... Leggi, di Ares AresFiglio di Zeus e di Era. Dio della guerra, turbolento e litigioso rappresentava più la violenza che l'eroismo ed il coraggio, perché in guerra Ares non distingue gli amici dai nemici "e volano ciechi i colpi dalle mani". Gli dèi, compreso il padre, non... Leggi e di Efesto EfestoDio del fuoco e fabbro della mitologia greca, era l'equivalente del dio Vulcano dei Romani. Siccome Zeus aveva generato Atena senza partecipazione femminile, facendola nascere dalla sua testa, Era ingelosita volle fare altrettanto e così senza avere contatto con uomo, generò Efèsto, ma nacque... Leggi, veniva venerata come dea protettrice del parto, inizialmente a Creta poi a Delo Una delle più piccole isole delle Cicladi, fatta spuntare dagli abissi del mare dal tridente di Poseidone e rimasta vagante fin quando Latona vi partorì Artemide e Apollo. Prima dell'evento divino l'isoletta si chiamava Asteria e anche Ortigia.... Leggi, in Egitto, Etruria ed infine Roma. Fedele serva della madre, era anche strumento dei suoi odi. Le fu permesso di assistere Latona Figlia di Ceo e di Febe, fu la prima sposa di Zeus che la rese madre di Apollo e di Artemide. Era per gelosia la costringe a sgravarsi dei figli nell'isola di Delo. Per questo motivo Latòna parteggiò per i Troiani nella guerra causata... Leggi solo nove giorni dopo l’inizio delle doglie; allo stesso modo ritardò il parto di AlcmenaMoglie di Anfitrione entrambi nipoti di Perseo. Quando i Tafi uccisero i fratelli di Alcmena, Anfitrione dichiarò loro guerra. Zeus approfittando dell'assenza di Anfitrione ne prese le sembianze e possedette Alcmena la quale concepì Eracle. Intanto a Era era giunta voce del nuovo tradimento... Leggi, odiata da Era, per favorire la primogenitura di Euristeo Nipote di Perseo. La sua nascita fu affrettata da Era per impedire che Eracle, figlio della cugina Alcmena, avesse la primogenitura. Regnava su Tirinto, Argo e Micene. Fu lui, per volere di Era, a imporre a Eracle le "fatiche" che dovevano dare gloria all'eroe.... Leggi.

Crediti
   •  Εἰλείθυια  •
 • Miti 3000
 • Mitologia e dintorni
Figlia di Zeus e di Era, è il genio femminile che presiede al parto (Hesiod. Theog. 922).
Chantraine (DELG) propone due possibili interpretazioni di questo nome: 1) potrebbe derivare dal tema ἐλευθ- di ἐλεύ- σομαι, con lo stesso suffisso di Ἅρπυιαι; significherebbe “colei che viene” o “colei che fa venire”; anche Carnoy (DEMGR) propende per questa interpretazione; 2) la precedente potrebbe essere un’etimologia popolare e il nome un termine indigeno non greco: ciò potrebbe essere confermato dal nome di luogo Ἐλεύθερνα. Non accettabile appare l’ipotesi di Room (Room’s Classical Dictionary, p. 121), che interpreta questo nome come un composto di εἵλη, “calore solare” e θύω, “agitarsi, muoversi rapidamente”.

Crediti
   •  Εἰλείθυια  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La catastrofe delle parole
25% Giorgio ManganelliLinguaggio
Tutti siamo tenuti ad usare parole, ma di rado, o forse mai, ci capita di assistere allo sbriciolamento delle parole nelle sillabe e nelle lettere, al loro perdere di consistenza, l’abbandonarsi alla loro condizione ambigua, metamorfica, polifonica. Penso⋯
La logica del senso
21% FilosofiaGilles Deleuze
Il paradosso è il rovesciamento simultaneo del buon senso e del senso comune: appare da un lato come i due sensi, a un tempo, del divenire-folle, imprevedibile; dall’altro come il non senso dell’identità perduta, irricogniscibile. AliceNinfa del mare figlia di Nereo e dell'Oceanina Doride.... Leggi è colei che va sem⋯
Sul paradosso
21% FilosofiaGilles Deleuze
Il paradosso è il rovesciamento simultaneo del buon senso e del senso comune: appare da un lato come i due sensi, a un tempo, del divenire-folle, imprevedibile; dall’altro come il non senso dell’identità perduta, irricogniscibile. Alice è colei che va sem⋯
L’insufficienza dell’altro
20% FilosofiaKarl Jaspers
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi non posso diventare me stesso se l’altro non vuole essere se stesso; non posso essere libero se l’altro non lo è, e non posso essere certo di me se non nell’altro. Nella comunicazione non mi sento responsabile solo di me, ma anche dell’altro, come se e⋯
Il collasso
20% Joseph A. TainterSocietà
Il collasso, se e quando si ripresenterà, questa volta sarà globale. Non è più possibile che collassi una nazione sola. La civilizzazione mondiale si disgregherà nel suo complesso. I competitori che si evolvono allo stesso modo, collassano in modo simile.⋯