⋯
Personaggio mitologico; figlio di Dioniso Nome del dio del vino e dell'estasi mistica, figlio di Zeus e di Semele (Hes. Theog. 940-42). Attestato in miceneo come teonimo associato con Zeus in tavolette cretesi (Khanià) di-wo-nu-so, dat., e al genitivo a Pilo; cfr. L. Godart e Y. Tzedakis, Les nouveaux... Leggi e di Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi, o, secondo altri mitografi, di Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi e di Calliope Una delle nove Muse. Presiedeva alla poesia epica e all'elegia. Era rappresentata giovane e bella, coronata d'alloro e nell'atto di scrivere con lo stilo su tavolette cerate, oppure di svolgere un rotolo di pergamena. Il nome significa: dalla bella voce. Figlia di Zeus e... Leggi.
Era per i Greci il dio delle nozze, raffigurato come un adolescente coronato di rose, ammantato in un velo e recante la fiaccola nuziale. Gli sposi e quanti assistevano al matrimonio gli rivolgevano fervide invocazioni, specialmente nel canto nuziale, detto imeneo (Ὑμὴν ὦ Ὑμέναι᾽ ἄναξ = Imene Imeneo, signore), che s’intonava quando la sposa veniva condotta fuori della casa paterna. Il suo nome significava fiore della verginità delle fanciulle.
Era compagno di Eros ErosNelle più antiche teogonie è la forza generatrice uscita da Caos, contemporaneamente a Gea. Dio dell'Amore, personificazione di questo sentimento. Ignoto a Omero, è citato da Esiodo nella “Teogonia” per cui si può ritenere che il suo mito nasca intorno all'VIII sec.a.C. Fu concepito... Leggi.


Crediti

   • Ὑμηναῖος •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Dio che guida il corteo nuziale (Apollod. Bibl. 3, 10, 3).
Questo nome sembra derivare da ὑμήν, canto rituale in onore del matrimonio e significa “imeneo, matrimonio”; in modo analogo il “lamento funebre”, λίνος 1) Figlio di Apollo e di Psamate figlia di Crotope re di Argo. Per paura del padre espose il figlio su un monte dove venne allevato da alcuni pastori. Venne sbranato da uno dei cani di Crotope. Dal dolore di Psamate, Crotope capì che... Leggi, αἴλινος viene rappresentato come persona.


Crediti

   • Ὑμηναῖος •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’immarcescibile Rosa che non canto
20% Jorge Luis BorgesPoesie
La rosa, l’immarcescibile rosa che non canto, quella che è peso e fragranza quella del nero giardino nell’alta notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, quella di qualsiasi giardino e qualsiasi sera, la rosa che risorge dalla tenue cenere per l’arte dell’alchimia, la rosa dei persiani e di⋯
Tutte hanno la figa!
18% Philip RothSchiele Art
Tutte le ragazze che vede, salta fuori (tenetevi forte) che si portano appresso tra le gambe: un’autentica figa! Stupefacente! Sbalorditivo! Ancora non riesce ad abituarsi all’idea fantastica che quando stai guardando una ragazza, stai guardando qualcuno ⋯
Cercavo di sedare il nostro male con un palliativo
18% Andre DubusSchiele Art
In un matrimonio esistono diversi tipi di bugie la cui malignità uccide pian piano ogni cosa: quel giorno io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi stavo sperimentando l’intera gamma, che andava dalla bugia bell’e buona dell’adulterio, fino all’accurata selezione d’informazioni che avviene qua⋯
L’oblio dell’essere vivi
17% Jack LondonSchiele Art
C’è un’estasi che caratterizza il culmine della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. E il paradosso di vivere è tale che questa estasi arriva quando si è sommamente vivi e viene come un totale oblio dell’essere vivi. Questa estasi, questo dim⋯
Conoscerla significava amarla
17% Lev Nikolàevič TolstòjSchiele Art
In lei c’era qualcosa che la metteva al di sopra del suo ambiente: in lei c’era lo splendore di un brillante autentico in mezzo a brillanti falsi. Questo splendore le veniva dagli occhi bellissimi e veramente misteriosi. Lo sguardo stanco e nello stesso t⋯