Figlio di Megareo e di Merope; volle sposare Atalanta e perciò dovette gareggiare con lei nella corsa: vinse lanciando dietro di sé tre pomi d’oro per rallentare la fanciulla (Apollod. Bibl. 3, 9, 2).
Il nome è un composto di ἵππος, “cavallo”; la seconda parte deriva probabilmente da μένος, “spirito, ardore” e il nome significherebbe allora “forza di cavallo”, “forte a cavallo”.

Crediti
   •  Ἱππομένης  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La spinta delle illusioni
18% Giacomo LeopardiSchiele Art
Senza le illusioni non ci sarà quasi mai grandezza di pensieri, né forza, impeto e ardore d’animo, né grandi azioni che per lo più son pazzie. • Giacomo Leopardi • • • • • Egon Schiele • •
L’asino in pena
18% Edmond JabèsPoesieSchiele Art
Un asino era davvero in pena a raccontare la sua vita d’asino al bel cavallo bianco che lo sdegnava. «Esprimiti come un cavallo», gli diceva il cavallo. E l’asino gli rispondeva: «Non posso che esprimermi come un asino: lo sono. » Ma irritato il cavallo g⋯
L’inespresso dietro la parola
17% Friedrich NietzschePercorsi
Quando viene fatta una promessa non è la parola che promette, ma l’inespresso dietro la parola. Anzi, le parole rendono meno forte una promessa, scaricando e consumando una forza che è una parte di quella forza che promette. Fatevi dunque porgere la mano ⋯
Artista senz’arte
17% Schiele ArtTristan Corbière
Non nacque da nessun evento, Fu sempre spirito a pieno-vento, Fu un arlecchino-intruglio, Di tutto adultero miscuglio. Del chissacchè – Non lo sapeva manco; Dell’oro, – senza mai un franco; Dei nervi, – senza nerbo. Vigore senza forza; Dello slancio, – co⋯
Che cos’è in sostanza la Morale?
16% FilosofiaFriedrich Nietzsche
È essenzialmente un dispositivo di difesa e (sopratutto) di offesa. È un meccanismo con cui si è cercato (con successo) di facilitare il dominio dell’uomo sull’uomo: nelle due varianti dell’annichilamento del ‘debole’ da parte del ‘forte’ e dell’indebolim⋯