Eroe arcade, figlio di Elato, sposò Coronide quando era già incinta di Asclepio e perciò fu ucciso (Ovid. Met. 2, 542 ss.).
Questo nome deriva da ἰσχύς, “forza” (si noti il consueto ritrarsi dell’accento nell’antroponimo) e significa dunque “il forte”.

Crediti
   •  Ἴσχυς  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’inespresso dietro la parola
18% Friedrich NietzschePercorsi
Quando viene fatta una promessa non è la parola che promette, ma l’inespresso dietro la parola. Anzi, le parole rendono meno forte una promessa, scaricando e consumando una forza che è una parte di quella forza che promette. Fatevi dunque porgere la mano ⋯
Felicità e tristezza
17% FrammentiMilan Kundera
Era arrivata là dove aveva voluto: in fondo aveva sempre desiderato che lui fosse vecchio. Si ricordò nuovamente del leprotto che stringeva al viso nella sua cameretta da bambina. Che cosa significa diventare un leprotto? Significa perdere ogni forza. Sig⋯
Comunità di «maîtres»
16% Emmanuel LevinasSocietà
La verità potrà ben essere la mia verità nel senso più forte di questo possessivo – essa deve però tendere alla creazione d’un mondo nuovo. Zarathustra non s’accontenta della propria trasfigurazione, scende dalla sua montagna e porta un vangelo. Com’è com⋯
Lo sciogliersi dell’io
16% FilosofiaFriedrich Nietzsche
Noi lavoriamo continuamente a questo inganno di noi stessi. E ora credete voi, che tanto parlate e decantate l’obliar se stessi nell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, lo sciogliersi dell’io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi nell’altra persona, che ciò sarebbe qualcosa di sostanzialmente diverso? Dunque si infrange ⋯
L’aristocraticismo
15% IdeePierre Klossowski
L’«aristocraticismo», secondo Nietzsche, deve essere rappresentato almeno da un gruppo, da un caso particolare, non in quanto frazione dell’umanità, ma come suo sovrappiù (dunque, per la totalità, odiosa sanguisuga da sterminare, da fucilare), e questo gr⋯