Figlia di Pan e della ninfa Eco, o di Peithò; avendo suscitato l’amore di Zeus per la vergine Io (Schol. ad Pind. Nem. 4, 56), o per sé medesima (Schol. ad Theocr. 2, 17, Lex. Suda s. v.), fu trasformata da Era in un uccello, il ἴυγξ, “torcicollo” (iynx torquilla, cfr. D’Arcy-Thompson, A Glossary of Greek Birds, pp. 124-28), che dimena la coda e induce all’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi.

Crediti
   •  Ἴυγξ  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Bastò il piombo
16% FrammentiOmero di Chio
…Era il mostro di origine divina, leone la testa, il petto capra, e dragoMostro favoloso che si ritrova in tutte le antiche mitologie. Rettile alato con ali di pipistrello, con testa di cane, zampe di leone, e bocca con una o più lingue che vomita fuoco e fiamme. Nella letteratura e nell'arte cinese, è uno degli elementi... Leggi la coda; e dalla bocca orrende vampe vomitava di foco1. Eroe eponimo della Focide, figlio di Eaco e della Nereide Psamate, fratellastro di Peleo (Hesiod. Theog. 1004-05) ed anche 2. nome di un abitante di Glissa in Beozia, che stabilì che i numerosi pretendenti della figlia Calliroe dovessero battersi con le armi, ma... Leggi: e nondimeno, col favor degli Dei, l’eroe la spense… La chimera Mostro favoloso, figlia di Idra, poi partorí Chimera, che fuoco spirava, che immane era, tremenda, veloce nei piedi, gagliarda. Essa tre teste aveva: la prima di fiero leone, l'altra di capra, la terza di serpe, d'orribile drago (Esiodo, Teogonia). Fu uccisa da Bellerofonte. Vomitava... Leggi è un mostro mitologico con parti del corpo di animali diversi. ⋯
Ombra che cammina
15% PoesieSchiele ArtWilliam Shakespeare
La vita è solo un’ombra che cammina, un povero attoreEroe tessalo, re di Fere, che accolse Peleo e gli trasmise il regno alla sua morte (Apollod. Bibl. 1, 7, 3; 8, 2). Questo nome è attestato già in miceneo nella forma A-ko-to (KN Sc 239). Significa "capo", derivando dal verbo ἄγω, "condurre" col... Leggi Che si dimena la sua ora sulla scena del mondo E poi non se ne parla più. È la favola Raccontata da un’idiota, tutta strepito, furia, Che non vuol dire niente. • William Shakespeare • • Macbeth • • Ego⋯
L’amore non oscura ciò che ama
12% Christian Bobin
Non l’oscura perché non cerca di prenderlo. Lo tocca senza prenderlo. Lo lascia andare e venire. Lo guarda allontanarsi con un passo così felpato che non lo si sente spegnersi: elogio del poco, lode del debole. L’amore viene, l’amore va. A suo tempo, mai ⋯
Le mie penne nere
12% Franz KafkaPercorsi
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sono un uccello insopportabile», disse Franz Kafka, «sono una gazza, una kavka Le mie ali sono atrofizzate. Così per me non esistono altezza e distanza. Vado saltellando con la mia aria confusa in mezzo agli uomini, che mi guardano pieni di sfiducia, p⋯
Fonte soave
11% AforismiPaul ValérySchiele Art
Bisogna essere leggeri come un uccello e non come una piuma.