Figlia di Ceo e di Febe Figlia di Urano e di Gèa, moglie di Ceo e madre di Latona e di Asteria. Un'altra Febe è figlia di Leda e sorella di Elena. Febe è anche un soprannome di Artemide.... Leggi, fu la prima sposa di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi che la rese madre di Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi e di ArtemideDea romana delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti e della caccia per i greci si chiamava Anrtemide ed era la sorella gemella di Apollo. Aveva molte cose in comune col fratello: le morti improvvise degli uomini erano attribuite ad Apollo, quelle... Leggi. Era per gelosia la costringe a sgravarsi dei figli nell’isola di Delo Una delle più piccole isole delle Cicladi, fatta spuntare dagli abissi del mare dal tridente di Poseidone e rimasta vagante fin quando Latona vi partorì Artemide e Apollo. Prima dell'evento divino l'isoletta si chiamava Asteria e anche Ortigia.... Leggi. Per questo motivo Latòna parteggiò per i Troiani nella guerra causata da Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi. Offesa da Nìobe fu vendicata ferocemete da Apollo e Artemide che uccisero i quattordici figli della sventurata sacrilega.


Crediti

   • Λητώ •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
 ⋯ Fu la sesta sposa di Zeus (Esiodo, Teogonia v. 918 e sgg) che la rese madre di Apollo e di Artemide.
La dea Era per gelosia decretò che Leto partorisse in un luogo non toccato dal sole. Inoltre le mandò dietro il mostruoso Pitone Mostruoso e gigantesco serpente che Era mandò contro Latona quando seppe della nuova infedeltà di Zeus. Il serpente che non le dava tregua fu ucciso da Apollo appena nato con una delle sue infallibili frecce.... Leggi con l’ordine di ucciderla.
Nel suo lungo girovagare Leto arrivò da Poseidone Figlio di Crono e di Gea, fratello di Zeus e di Ade. A lui toccò la signoria del mare, comprese le coste e le isole ed essendo la terra territorio franco non disdegnava prendere qualche proprietà. Abitava in un palazzo in fondo agli abissi... Leggi che la ospitò nell’isola di OrtigiaIsola nella quale Latona partorì Apollo e Artemide.... Leggi che coprì con delle onde per nasconderla alla vista di Pitone. Dopo un lungo girovagare approdò sull’isola di Delo e qui la dea finalmente partorì: prima Artemide che subito dopo la sua nascita, la assistette al parto del fratello Apollo. Quattro giorni dopo il lieto evento, Apollo vendicò la madre uccidendo Pitone. Per essere stata tormentata da Era, Leto parteggiò per i Troiani nella guerra causata da Elena. Offesa da Nìobe fu vendicata ferocemente da Apollo e Artemide che uccisero i quattordici figli della sventurata sacrilega.

l’immenso spazio fu questo percorso da Leto
nei dolori del parto; e chiedeva se offrire
volesse una terra di queste rifugio a suo figlio.
Ma tremavano esse paurose e nessuna
osava, per quanto ubertosa, di accogliere FeboEpiteto di Apollo. dal greco foibos: splendente. Con questo nome veniva spesso indicato anche Elio FEDRA figlia di Minosse e di Pasifae, moglie di Teseo, re di Atene. Innamorata del figliastro Ippolito e da lui respinta, lo calunniò presso il marito, che lo fece... Leggi.
A Delo in fine l’augusta Leto pervenne,
e lei interrogando diceva alate parole.
” Delo, tu forse vorresti esser dimora
di Febo Apollo mio figlio e in te costruire
un fulgido tempio per lui? Certo nessuno
verrà mai ad onorarti. lo non credo
che ricca d’armenti tu sia né di greggi;
né messi produci o vendemmie né alberi molti.
Ma se un tempio di Apollo saettante ospitassi,
tutti i mortali verrebbero a offrirti ecatombi
qui radunandosi; e sempre un fumo odoroso
di vittime pingui da te sorgerà, e nutrire
potrai la tua gente per mano straniera,
sì poco ferace, sì avaro è il tuo suolo”.
Così parlava; e lieta fu Delo, e rispose:
“Leto, di Ceo possente inclita figlia;
felice sarei di ospitare del nume
arciere la nascita: oscuro è infatti,
ignoto quasi il mio nome fra gli uomini;
famosa, onorata invece così diverrei. (III° Inno omerico a Apollo)


Crediti

   • Λητώ •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Figlia di Ceo e di Febe, madre di Apollo ed Artemide (Hesiod. Theog. 404 ss.).
Chantraine (DELG) ritiene che si tratti di una dea madre che può venire dall’Asia Minore e quindi che il suo nome possa essere ricollegato al nome licio della donna, della signora, lada, a cui si ricollegherebbe anche Leda; anche Carnoy (DEMGR) e Room (Room’s Classical Dictionary, p. 184) sostengono questa ipotesi. Boisacq (Dict. et. l. gr., s. v. λανθάνω), ricollega tale nome al verbo λανθάνω, “stare nascosto, rimanere ignoto”, poiché ritiene che si tratti di una dea della notte, che avrebbe generato due dèi associati con la luna ed il sole. Anche Osthoff (“Indog. Forsch.” 5, 1895, pp. 306 ss.) evoca tale verbo, assieme al latino lateo (cfr. Ernout-Meillet, DELL s. v.).


Crediti

   • Λητώ •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Sentimenti confusi
17% Ivan Sergeevič TurgenevSchiele Art
La sua tranquillità non fu scossa; ma ella si rattristò, ed anzi pianse una volta, senza sapere di che, ma non già per l’offesa ricevuta. Non si sentiva offesa: si sentiva piuttosto colpevole. Sotto l’azione di diversi confusi sentimenti, della consapevol⋯
Il disertore
16% Boris VianSocietà
Signor presidente, le scrivo una lettera che leggerà, forse, se avrà tempo di farlo. Ho appena ricevuto i documenti militari per partire in guerra entro mercoledì sera. Signor presidente, io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi non voglio farla, non sono sulla terra per ammazzare povera gent⋯
Mostrava come i figli si gittaro
16% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Mostrava come i figli si gittaro sovra Sennacherìb dentro dal tempio, e come, morto lui, quivi il lasciaro
Sovrabbondanza di entusiasmo
15% Julius Charles HareSchiele Art
Una madre dovrebbe dare ai suoi figli una sovrabbondanza di entusiasmo, tale che dopo aver perso tutto quello che sono sicuri di perdere nel confrontarsi col mondo, ne rimanga loro abbastanza da sostenerli ed ispirarli verso nuove grandi azioni. • Julius ⋯
Stampella dei potenti
15% Giorgio AntonucciPsicologia
Il moralismo è la stampella dei potenti e il cavallo di battaglia degli psichiatri in un mondo oscuro senza etica. E una società burocratica senza individui per una specie che sfiora l’estinzione. E mentre lo stupro è uno strumento di guerra a disposizion⋯