Nome di diverse eroine, fra cui la figlia di Posidone e Temisto (Hygin. Fab. 157) e la figlia di Minia (Ovid. Met. 4, 168 ss.).
Si tratta di un composto di λευκός, “bianco” e di νόος, “intelligenza, spirito” e può quindi significare “dallo spirito chiaro”. Schirmer (in Roscher, Myth. Lex. II, col. 1999) ipotizzava che potesse essere accettata la glossa di Esichio λευκαὶ φρένες· μαινομέναι e che il nome potesse essere interpretato come “la pazza, la furiosa”.

Crediti
   •  Λευκονόη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Io sono la Morale
16% Erinne VivaniFilosofia
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sono la Morale, nata dalla cieca ignoranza e dallo spirito autoritario dell’uomo e debbo compiere la mia funzione di oscurare le menti, di creare paurosi e biechi fantasmi, di spegnere ogni spirito di rivolta, e finché io vivrò gli uomini saranno sc⋯
Mondi mai comprensibili
16% LinguaggioLudwig Wittgenstein
«Se un leone potesse parlare non lo capiremmo comunque» – così diceva Wittgenstein – ma penso che se un leone potesse parlare e potesse capire, non sarebbe più un leone. Perché parlando con lui non riusciremmo mai a capire gli altri leoni giacché il nostr⋯
Follia furiosa
13% Émile ZolaSchiele Art
Ancora si uccideva, in ogni angolo si distruggeva: il bruto scatenato, la collera imbecille, la follia furiosa dell’uomo che sta mangiando l’uomo.
La lettura come riscoperta
13% FrammentiJorge Luis Borges
Che una poesia sia scritta o no da un grande poeta è solo importante per gli storici della letteratura. Supponiamo, per seguire il ragionamento, che abbia scritto una bella poesia; consideriamolo un’ipotesi di lavoro. Una volta che l’abbia scritto, quella⋯
L’intrapiantabile io
13% Antonin ArtaudPsicologia
Tra il corpo e il corpo non c’è niente, niente tranne me. Non è uno stato, non un oggetto, non uno spirito, non un fatto, ancor meno il vuoto di un essere, assolutamente niente di uno spirito, né dello spirito, non un corpo, è l’intrapiantabile io. Ma non⋯