Figlio di Daita e sacerdote di Delfi, che secondo alcuni avrebbe ucciso Neottolemo (Apollod. Epit. 6, 14).
Il nome deriva dal greco μάχαιρα, “coltello” e significa quindi “l’uomo dal coltello”. Secondo Bosshardt (Die Nomina auf -εύς, § 374) questo nome potrebbe essere stato inventato per evitare l’anonimato del personaggio che accoltellò a morte Neottolemo, ma è meglio pensare al riferimento al coltello sacrificale proprio di un sacerdote (cfr. M. Detienne – J.-P. Vernant, La cuisine du sacrifice en pays grec, p. 23 e p. 236).

Crediti
   •  Μαχαιρεύς •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’accettazione della finzione
20% Anna Maria TocchettoSocietà
La Bibbia, non è un’opera di finzione in se stessa, poiché qualcuno, vi si è riversato scrivendola; dio non è mai esistito, ma questo non significa negare che sia esistito in un’opera di finzione e che come tale possa essere oggetto di discorso. Proprio p⋯
La riflessione come sciagura
18% Emil CioranPercorsi
Il vero pensiero somiglia a un demone che turba le fonti della vita, oppure a una malattia che ne intacca le radici stesse. Pensare ad ogni istante, porsi problemi capitali ad ogni piè sospinto, provare il dubbio assillante circa il proprio destino, avver⋯
La non verità pensa la verità
18% Emanuele SeverinoFilosofia
Affermare che la verità appare all’uomo è un modo di negare la verità. Perché lo sguardo umano, a cui la verità appare, è uno sguardo che, in quanto distinto dalla verità, è non verità. Dire «la verità appare all’uomo» significa dire «la non verità pensa ⋯
Le forme non si superano
17% FilosofiaJean Baudrillard
In generale, non si liberano le forme, non si liberano che le forze. L’universo delle forze, dei valori, delle idee stesse, tutto l’universo della liberazione è quello del progresso e del superamento. Le forme, invece, non si superano – si passa da una fo⋯
Il valore dei mezzi
16% Johann Gottlieb FichtePercorsi
«Solo in quanto io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi posso considerare questo stato come mezzo per il raggiungimento di uno stato migliore, come punto di passaggio a uno stato più alto e più perfetto, esso acquista un valore per me; io lo posso sopportare, rispettare, e realizzare lietame⋯