Così erano chiamate le Erinni ErinniErano le dee della vendetta, si occupavano di perseguitare inesorabilmente chi uccideva un consanguineo, o mancava di rispetto al padre, la madre, al fratello maggiore o ai forestieri. Una volta che i perseguitati scontavano la loro pena, le Erinni divenivano benevole e venivano chiamate... Leggi. Mania era la personificazione della pazzia.


Crediti

William-Adolphe Bouguereau - Il rimorso di OrestePersonificazione della pazzia. Così erano chiamate le Erinni.


Crediti

 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Si tratta della “Follia”, dàimon messo in moto dalla collera divina. Personificazione della pazzia. Così erano chiamate le Erinni.
È un nome derivato dal radicale μαν- del verbo μαίνομαι, “essere preso da ardore furioso” (presente in *y a vocalismo zero), confrontabile con diversi termini di altre lingue indoeuropee, come il sanscrito mányate, l’avestico mainyeite, l’irlandese (do)muiniur, l’antico slavo minjo, il lituano miniù, tutti col significato di “pensare”, che invece il greco ha perso (Frisk, Gr.Et.Wört., Chantraine, DELG, s. v. μαίνομαι), specializzando il senso “avere il pensiero sconvolto”.
Possibile un collegamento con μάντις, Frisk ibid., evocando “l’indovino” posseduto dal dio.


Crediti

 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’uso dei piaceri
22% FilosofiaMichel Foucault
Che cosa è dunque la filosofia, oggi, se non è lavoro critico del pensiero su se stesso? Se non consiste, invece di legittimare ciò che si sa già, nel cominciare a sapere come e fino a qual punto sarebbe possibile pensare in modo diverso? • Michel Foucaul⋯
Enti di pensiero
21% FilosofiaHannah Arendt
Ponendo delle domande a cui non si può rispondere, sul significato, gli uomini si costituiscono come esseri interroganti… Ora, è più che probabile che se gli uomini dovessero perdere l’appetito di significato che chiamiamo pensare, se cessassero di fare d⋯
Le facoltà di un corpo non-pensante
19% Gilles DeleuzeSchiele Art
«Datemi dunque un corpo»: è la formula del capovolgimento filosofico. Il corpo non è più l’ostacolo che separa il pensiero da se stesso, ciò che il pensiero deve superare per arrivare a pensare. Al contrario è ciò in cui affonda o deve affondare, per ragg⋯
Pluralità di verità relative
18% FilosofiaGianni Vattimo
Occorre dare alla filosofia un altro senso: il nuovo senso della filosofia, quella strada che la filosofia dovrà percorrere in futuro, non è la ricerca della verità assoluta, ma è invece l’adeguarsi alla verità che esistono diverse verità (per cui non esi⋯
Come si misura il tempo soggettivo?
18% Paolo MulèPsicologia
Come lo si pesa, come lo si pensa, se esso sfugge come tale a una presa di coscienza che possa dirsi certa e definitiva? In senso analogo, cosa si può dire di sensato riguardo alla morte, riguardo alla propria morte? Cos’è, se esiste, “la propria morte”? ⋯