Nella complessa genealogia dell’indovino Teoclimeno, ospite di Telemaco a Itaca, il poeta di Od. (15, 223-256) ricorda tutti i discendenti di Melampo«dal piede nero », figlio di Amitaone e nipote di Creteo. Fu il primo mortale cui Apollo concesse il dono di trarre profezie dalle viscere di animali, il primo ad esercitare l'arte medica, il primo che in Grecia eresse un tempio a Dioniso. Capiva... Leggi, a cominciare dai due figli AntifateRe del favoloso popolo di nomadi e selvaggi dei Lestrigoni che distrussero la flotta di Ulisse.... Leggi e Mantio. Il primo generò OicleFiglio di Antifate 1. e di Zeuxippe 2., nipote dell'indovino Melampo; a sua volta fu padre di un indovino, lo sfortunato Anfiarao. Ne parla il suo discendente Teoclimeno, quando chiede a Telemaco di essere condotto via da Pilo verso Itaca. (Hom. Od. 15, 243-244).... Leggi, padre del celebre indovino Anfiarao AnfiaraoPadre di Alcmeone, figlio di Oicle e di Ipermestra. Avendo saputo dall'oracolo che sarebbe morto nella guerra dei Sette contro Tebe per non parteciparvi si nascose. Aveva già deposto dal trono il re di Argo, Talao e costretto il figlio di questi (Adrasto) ad... Leggi legato alla vicenda dei Sette a TebeFiglia di Asopo e di Metope e sposa di Zeto che per amore diede il nome della moglie alla città che fino a quel momento era chiamata Cadmea.... Leggi, mentre Mantio a sua volta fu padre di ClitoGiovane amato da Eos. e dell’indovino Polifido, padre di Teoclimeno1. Indovino figlio di Polifide, pronipote di Melampo. Compare spesso nell'Odissea, portato dalla Messenia a Itaca sulla nave di Telemaco (Hom. Od. 15, 256 etc.), prevede con una impressionante visione la morte dei Pretendenti in Hom. Od. 20, 350-372. 2. Figlio di Proteo, egiziano,... Leggi stesso.
Il nome è ricavato con formazione aggettivale (qui si può anche leggere come una sorta di patronimico, “figlio di indovino”, von Kamptz, Homer. Personennamen, § 71b 4, p. 266), dunque da μάντις, che è interpretabile in relazione con il tema -μαν di μαίνομαι, “impazzisco”, e non ha nulla a che fare con mens (tema ment-, cfr. Chantraine, DELG s. v.). Cfr. il nome della profetessa MantoFiglia di Tiresia, dotata anch'essa del dono della profezia. A Delfi fu offerta ad Apollo dagli Argivi vittoriosi e rimase a lungo in questa città come Sibilla. Si trasferí poi in Asia Minore, dove sposò il cretese Racio, con cui generò un figlio, l'indovino... Leggi.

Crediti
   •  Μάντιος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Rappresentazione primitiva della madre
27% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Mi svegliai urlando
16% Philip RothSchiele Art
Poi, cinque o sei settimane dopo, verso le quattro del mattino, avvolto in un bianco sudario venne a rimproverarmi. Disse: “Avrei dovuto indossare un vestito. Hai fatto la cosa sbagliata”. Mi svegliai urlando. Tutto ciò che faceva capolino dal sudario era⋯
Se’ tu già costì ritto
15% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Ed el gridò: “Se’ tu già costì ritto, se’ tu già costì ritto, Bonifazio? Di parecchi anni mi mentì lo scritto. Se’ tu sì tosto di quell’aver sazio per lo qual non temesti tòrre a ‘nganno la bella donna , e poi di farne strazio?”.
L’uomo e la morte
14% AnonimoSchiele Art
Ne Il Profeta il tema della grandiosità si coniuga con il tema melanconico, il personaggio di luce in primo piano si confronta con un doppio di morte. Evidenti sono i collegamenti formali con Colui che vede sé stesso (1911), chiamato anche L’uomo e la mor⋯
Una vecchia ferita
14% FrammentiJohn Fante
Ho vomitato sui loro giornali, ho letto i lori libri, studiato le loro abitudini, mangiato il loro cibo, desiderato le loro donne, ammirato la loro arte. Ma sono povero, il mio nome termina con una vocale dolce e loro odiano me, mio padre e il padre di mi⋯