Figlia di Creonte 2., una delle mogli di Eracle, madre dei figli che l’eroe uccise in preda alla follía (Lýssa); Eurip. Herc. fur. 9 e passim, Apollod. Bibl. 2, 4, 11. Da non confondere con MegeraUna delle Erinni, con Aletto e Tisifone; Apollod. Bibl. 1, 1 4; nate dal sangue di Urano accolto da Gaia, Hesiod. Th. 183-185, che parla solo di Erinni, senza farne i nomi. Come Megareo, può derivare dal verbo μεγαίρω, "mi vanto", "invidio", e avremmo... Leggi.
Potrebbe avere a che fare con il nome della città di Megara, “i palazzi”, τὰ μέγαρα (Chantraine, DELG, Beekes, Etym. Dict. Greeek, s. v. μέγαρον, “grande edificio, palazzo”, probabile prestito dal sostrato non greco, interpretato dai greci in rapporto μέγας, “grande”); in tal caso, l’idionimo sarebbe derivato dal coronimo, “la Megarese”.


Crediti

   • Μεγάρα •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Verso il destino
16% AnonimoPercorsi
Vivere lontano da casa non è per tutti. Devi avere un cuore grande, grande a sufficienza per far da valigia a tutto ciò che lasci: gioie e dolori, amici e amori. Questo bagaglio cardiaco che batteDea dell'impudicizia, era festeggiata di notte con danze e giochi lascivi. Ad Atene era chiamata Cotìto e i suoi sacerdoti Batti.... Leggi anche quando tocchi un suolo che non ti appartiene o quand⋯
Presentimento d’amore
16% Dino BuzzatiSchiele Art
Tutto ciò che ci affascina nel mondo inanimato, i boschi, le pianure, i fiumi, le montagne, i mari, le valli, le steppe, di più, di più, le città, i palazzi, le pietre, di più, il cielo, i tramonti, le tempeste, di più, la neve, di più, la notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, le stell⋯
Aspetto incerto della bellezza
13% IneditiSergio Parilli
Ogni volta che una civiltà degenera come pure le persone all’interno della stessa, si diventa materialisti, ostentando bellezza e opulenza, e non è insolito sentirli dire, che se ciò che fanno è sbagliato, non gli andrebbe così bene, né sarebbero così ric⋯
Frammenti
13% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Detective indaffarato … Città straniere con teatri dal nome greco i ragazzi di Maiorca si suicidarono sulla balconata alle quattro del mattino le ragazze si affacciarono udendo il primo sparo Dioniso Nome del dio del vino e dell'estasi mistica, figlio di Zeus e di Semele (Hes. Theog. 940-42). Attestato in miceneo come teonimo associato con Zeus in tavolette cretesi (Khanià) di-wo-nu-so, dat., e al genitivo a Pilo; cfr. L. Godart e Y. Tzedakis, Les nouveaux... Leggi Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi Venere Ercole… Con varietà L’alba sopra gli edif⋯
Silenzio alle moltitudini
12% Georges BatailleSchiele Art
Così i grandi monumenti si alzano come dighe, opponendo la logica della maestà e dell’autorità a tutti gli elementi torbidi: è sotto la forma delle cattedrali e dei palazzi che la Chiesa e lo Stato si rivolgono e impongono silenzio alle moltitudini.