Figlio di Andropompo; fu cacciato dagli Eraclidi dalla sua città (Pilo) e si recò in Attica; divenne re di Atene combattendo contro il re di Tebe Xanto al posto di Timete, allora re di Atene (Strab. 9, 393).
Compare già in miceneo: me-ra-to (PY Jn 832. 11), se la lettura è corretta. Secondo Chantraine (DELG, s. v. μέλας questo nome deriva da μέλας, “nero” e si tratta di un ipocoristico. Si potrebbe anche supporre che si tratti di un composto di ἄνθος, “fiore”, dunque significherebbe “fiore nero”. La prima parte del composto, però, potrebbe anche derivare dal verbo μέλομαι, nel qual caso vorrebbe dire “colui a cui piacciono i fiori”. Questo senso sarebbe piú adatto al femminile, Melantò (Μελανθώ), nome di diverse eroine, fra cui: 1. una figlia di DeucalioneFiglio di Promèteo. Per volontà di Zeus, costruì un'arca nella quale chiusosi con la moglie Pirra, aspettò il diluvio col quale il sommo dio ripulì il mondo dall'umanità malvagia. Riuscì a restare a galla per nove giorni e nove notti finché la barca non... Leggi; 2. la serva infedele di Penelope Originaria di Sparta, era la moglie di Ulisse di cui per venti anni (dieci di guerra e dieci per il ritorno) attese il ritorno. Assediata da una schiera di pretendenti, seppe tenerli astutamente a bada con la scusa di voler prima terminare di tessere... Leggi, punita da OdisseoFiglio di Laerte e Anticlea (Hom. Od., passim). Le interpretazioni degli antichi sono diverse: già nei poemi omerici, questo nome è riportato al verbo *ὀδύσ(σ)ομαι, "essere arrabbiato, adirato con qualcuno, odiare"; il nome sarebbe il ricordo di un fatto sgradevole e doloroso, accaduto prima... Leggi; 3. la moglie di Criaso, madre di ForbanteCrudele e violento figlio di Triopa e di Orsìnome. Apollo lo mise in cielo nella costellazione del Serpenatrio per avere liberato l'isola di Rodi dai serpenti.... Leggi e Cleobea.

Crediti
   •  Μέλανθος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Poesia e guarigione
16% Franco ArminioPercorsi
C’è un problema quando si hanno rapporti con i poeti. Il problema deriva dal fatto che il poeta è una creatura patologicamente bisognosa di amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi. Una creatura in subbuglio con cui non si può mantenere un’amicizia generica e blanda. Col poeta non ci posso⋯
Bianco e nero
16% Romain GarySchiele Art
Nulla è bianco o nero e il bianco spesso è nero che si nasconde e il nero talvolta è bianco che si è lasciato vincere.
La passione del corpo umano
15% AnonimoSchiele Art
L’applicazione artistica di Egon Schiele è concentrata essenzialmente sulla figura umana, in particolare su quella femminile, la cui dolcezza è dovuta a una passione per queste modelle, visto il profondo legame che il pittore aveva con loro. A partire dal⋯
Dipingere è amare ancora…
14% Henry MillerSchiele Art
Raramente ci accorgiamo di quanto il negativo serva a produrre il positivo, il male a far scaturire il bene.
Ahi serva Italia, di dolore ostello
14% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincie, ma bordello!