Si sacrificò buttandosi dalle mura della città quando Tiresia Indovino tebano al quale vengono attribuite le più strane avventure. Un giorno mentre era sul monte Citerone gli capitò di vedere due serpi avvinghiate e uccidendo la femmina fu nello stesso punto mutato in donna e divenne una prostituta rinomata, sette anni dopo nello... Leggi disse che per salvare TebeFiglia di Asopo e di Metope e sposa di Zeto che per amore diede il nome della moglie alla città che fino a quel momento era chiamata Cadmea.... Leggi dalla peste, uno degli SpartiCosì furono chiamati gli uomini nati dai denti di drago seminati da Càdmo.... Leggi doveva morire.


Crediti

   • Μενοικεύς •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
MeneceoDiversi gli eroi con questo nome, noi ci occuperemo solo del più eroico, di quello che diede la vita per la patria.
Tiresia aveva predetto ai Tebani che avrebbero vinto se Meneceo, figlio di CreonteNome di due personaggi: 1. il re di Corinto, presso cui si rifugiarono Giasone e Medea (Apollod. Bibl. 1, 9, 28; 3, 7, 7); 2. il tebano, figlio di Meneceo, che regnò su Tebe dopo Laio (Apollod. Bibl. 2, 4, 6; 11). Significa "maestro,... Leggi e nipote di GiocastaSposa di re Laio di Tebe dal quale ebbe Edipo. Più tardi, senza riconoscere il figlio e senza che egli stesso la riconoscesse, sposò Edipo dal quale ebbe vari figli. Scoperto l'incesto, s'impiccò nel palazzo di Tebe.... Leggi, si fosse offerto in sacrificio ad Ares AresFiglio di Zeus e di Era. Dio della guerra, turbolento e litigioso rappresentava più la violenza che l'eroismo ed il coraggio, perché in guerra Ares non distingue gli amici dai nemici "e volano ciechi i colpi dalle mani". Gli dèi, compreso il padre, non... Leggi. Sentito questo, Meneceo si sgozzò davanti alle porte della città. Ecco come il nostro eroe congeda il padre dopo averlo rassicurato che mai si sarebbe ucciso per la salvezza di Tebe:

Ben dici, o padre. Or va. Da tua sorella
mi recherò frattanto io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi, da Giocasta,
onde il latte succhiai, ché di mia madre
privato io fui bambino, orfano fui,
per salutarla e per condurmi in salvo.
Ma va’: non fare ch’io per te ritardi. (Creonte s’allontana. Menecèo si rivolge al coro)
Donne, cosí del padre ogni sospetto
sventai coi miei discorsi, onde ora posso
effettuare il mio disegno. Ei vuole
allontanarmi, e la città privare
della salvezza, e indurmi a codardia.
E perdonar bisogna un vecchio; ma
io di perdono degno non sarei,
se tradissi la patria onde pur nacqui.
Io dunque andrò, sappiatelo, farò
salva la mia città, darò la vita
per questa terra. Assai turpe sarebbe,
se quei che immuni sono d’ogni oracolo,
né son costretti dal voler dei Dèmoni,
saldi alle torri innanzi rimanessero,
senza schivar la morte, e combattessero
per difender la patria; ed io, tradito
il mio fratello, il padre mio, la patria,
dalla terra fuggissi a mo’ d’un vile:
vile, ovunque vivessi, io sembrerei.
No, per Giove ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi che siede in mezzo agli astri,
e per Marte cruento, onde gli Sparti
dal suol nati, di Tebe ebber l’impero.
Andrò, starò sovra gli eccelsi spalti,
e nel profondo oscuro antro del dragoMostro favoloso che si ritrova in tutte le antiche mitologie. Rettile alato con ali di pipistrello, con testa di cane, zampe di leone, e bocca con una o più lingue che vomita fuoco e fiamme. Nella letteratura e nell'arte cinese, è uno degli elementi... Leggi
che il profeta indicò, m’ucciderò,
e la patria farò libera. (Euripide, Fenicie)


Crediti

   • Μενοικεύς •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Similari
Il nulla da salvare
22% Giorgio AgambenSocietà
Questa natura limbale è il segreto del mondo di Walser. Le sue creature si sono irreparabilmente smarrite, ma in una regione che sta al di là della perdizione e della salvezza: la loro nullità, di cui vanno così fiere, è innanzitutto neutralità rispetto a⋯
Dalla parte del popolo
20% Fëdor DostoevskijFrammenti
La salvezza della Russia deriva dal popolo. E il monastero russo, da tempi immemorabili, è dalla parte del popolo. Se il popolo vive nell’isolamento, anche noi viviamo nell’isolamento. Il popolo crede, come crediamo noi, e un riformatore non credente non ⋯
Io amo la vita
18% Lev Nikolàevič TolstòjSchiele Art
‘Che sia questa la morte?’ pensava il principe Andrèj, guardando con uno sguardo completamente nuovo, invidioso, l’erba, il cespuglio di assenzio, quel filo di fumo che si levava in piccole volute dalla piccola palla nera che girava su se stessa. ‘Io non ⋯
Germe della certezza canonica
17% Carlo Emilio GaddaSchiele Art
Li associati cui per più d’un ventennio è venuto fatto di poter taglieggiare e tenere a lor posta e coprir d’onta la Italia, e precipitarla finalmente a quella ruina e in quell’abisso ove Dio medesimo ha paura guatare, pervennero a dipingere come attività⋯
Nascere riconciliato colla natura
17% Dino CampanaFrammenti
La luce delle stelle ora impassibili era più misteriosa sulla terra infinitamente deserta: una più vasta patria il destino ci aveva dato: un più dolce calor naturale era nel mistero della terra selvaggia e buona. Ora assopito io seguivo degli echi di un’e⋯