Nome di diversi eroi troiani, e del pastore incaricato di sorvegliare le mandrie di Ade nell’isola di Erizia (Apollod. Bibl. 2, 5, 10 e 12).
Potrebbe essere un composto di μένω, “attendere” e di οἶτος, “destino” e significare dunque “colui che attende il suo destino” (Chantraine, DELG, s. v. μένω), cfr. Menezio. Ciò potrebbe essere confermato dal confronto col nome Θυμοίτης, composto da θυμός e οἶτος ed interpretato come “colui che ha il destino segnato dal suo θυμός” (E. Pellizer, s. v. Timete, Enciclopedia Virgiliana V, pp. 181-82). Secondo Hofmann (Et. Wört. Gr., s. v. μένος) deriverebbe da μενοινάω, “avere in mente”, appartenente alla famiglia di μένος, “spirito, animo, ira”.

Crediti
   •  Μενοίτης  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Un affittuario
17% PercorsiWilliam Faulkner
Mi ricordo quando ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi giovane credevo che la morte fosse un fenomeno del corpo; ora so che è soltanto una funzione della mente – della mente, dico, di chi subisce il lutto. I nichilisti dicono che è la fine; i fondamentalisti, il principio; mentre in real⋯
Noi siamo parlati
17% Jacques LacanPsicologiaSchiele Art
Sono i casi della vita che ci spingono a destra e a sinistra mentre noi ne facciamo il nostro destino – perché siamo noi che lo intrecciamo in un certo modo. Ne facciamo il nostro destino perché parliamo. Noi crediamo di dire quello che vogliamo, invece è⋯
Il complemento oggetto
16% Jacques LacanSchiele Art
Sono i casi della vita che ci spingono a destra e a sinistra mentre noi ne facciamo il nostro destino – perché siamo noi che lo intrecciamo in un certo modo. Ne facciamo il nostro destino perché parliamo. Noi crediamo di dire quello che vogliamo, invece è⋯
Il messaggero del fulmine
16% FilosofiaFriedrich Nietzsche
L’uomo è un cavo teso tra la bestia e l’oltreuomo, – un cavo al di sopra di un abisso. Un passaggio periglioso, un periglioso essere in cammino, un periglioso guardarsi indietro e un periglioso rabbrividire e fermarsi. La grandezza dell’uomo è di essere u⋯
Soddisfare completamente l’animo
15% HomeJean-Jacques RousseauSocietà
ma se esiste uno stato in cui l’animo trova un equilibrio abbastanza stabile per riposarvisi completamente e raccogliere là tutto il suo essere, senza aver bisogno di ricordare il passato né di sconfinare nel futuro, in cui il tempo non conti e il present⋯