Madre delle nove Muse I Romani assimimilarono le Muse con le loro antiche divinità locali chiamate Camene e che erano ninfe delle sorgenti e delle acque venerate presso il boschetto di Porta Capena. Figlie di Zeus e di Mnemosine (che significa Memoria). Il sommo dio si unì per... Leggi, generate con Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi.


Crediti

   • Μνημοσύνη •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Pinax riproducente zeus con mnemosine e le muse loro figlie

Figlia di UranoFiglio e sposo di Gea, padre dei Titani, dei Ciclopi e degli Ecatonchiri. Il figlio Crono per spodestarlo si armò di una falce e nascostosi evirò Urano mentre stava per accoppiarsi con Gea; dal sangue uscito Gea concepì le Erinni, i Giganti e le... Leggi e di Gea Dea primigenia della Terra, nata dal Caos, generò da sola Urano e il Ponto. Veniva venerata come divinità della terra e dei morti, considerato che i morti ritornano alla terra. Era raffigurata a mezza figura uscente dal suolo.... Leggi. Zeus la rese madre delle nove Muse e in questo cosa fu la quinta sposa di Zeus (Esiodo, Teogonia v. 915 e sgg.). Seppure fu la madre delle Muse non ebbe un culto particolare. Posso intuire che doveva essere una gran bella donna, se Zeus osò rischiare le scenate della gelosa Era, per portarsela a letto. Una cosa è certa: raffigurava la memoria.


Crediti

   • Μνημοσύνη •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Titanide, figlia di Urano e di Gaia. Con Zeus genera le Muse. Si tratta della “Memoria”. (Hesiod. Theog. 134-135; Apollod. Bibl. 1, 1, 1; 3, 1).
Il nome deriva dal verbo μιμνήσκω, “ricordarsi”. Il radicale è *μνα-, che appartiene alla famiglia della radice *men, poco attestata in greco: esiste solo il perfetto μέμονα (Chantraine, DELG, s. v. μιμνήσκω).


Crediti

   • Μνημοσύνη •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Mancanza di proprietà privata
40% Karl MarxSocietà
Voi borghesi inorridite perché noi comunisti vogliamo eliminare la proprietà privata. Ma nella vostra società la proprietà privata è già abolita per i nove decimi dei suoi membri; anzi, essa esiste proprio in quanto non esiste per quei nove decimi. Voi ci⋯
Rapporto paradossale
34% Erich FrommSchiele Art
Il rapporto tra madre e figlio è paradossale e, per un senso, tragico. Richiede il più intenso amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi da parte della madre, e tuttavia questo stesso amore deve aiutare il figlio a staccarsi dalla madre e a diventare indipendente.
Paura di non possedere
32% Diogene di SinopeSchiele Art
La vita che cercate, la perdete cullandovi in stupidi lussi. I nove decimi delle cose per cui tanto vi arrabattate non vi servono per nulla. Non abbiate paura di non possedere niente. Non esitate a non essere nessuno. La felicità non è in ciò che avete, m⋯
Rappresentazione primitiva della madre
32% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Perché bisogna abolire la guerra?
31% Gino StradaSocietà
Intanto perché la guerra è distruttiva. Ha dei costi umani, e non solo, terribili. La guerra è l’elemento che impedisce lo sviluppo della persona umana. Non sono soltanto morti, feriti e mutilati: è povertà, è fame, sono profughi, sono tutte conseguenza c⋯