Ninfe Con questa parola i Greci designano una giovane donna in età sessuale matura, per cui il termine poteva essere usato per indicare senza distinzione una dea o una mortale. Il termine anche se indicava una figlia di dea o una figlia di dio non... Leggi delle valli.


Crediti

   • Νάπη •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Ninfe delle valli (dal greco nape = valle) presiedevano alle campagne, ai boschetti ed ai prati. Del tutto simili alle Naiadi Le ninfe delle acque sorgive, dei fiumi, dei laghi, delle fonti e delle cascate. In genere erano dotate di poteri benefici. Rapirono e tennero presso di sé Ila, il giovane amato da Eracle. Raffigurate come fanciulle dall'aspetto bellissimo. Anche se di natura divina (sono... Leggi.


Crediti

   • Νάπη •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Similari
Il circostante
24% Fabrizio de Andre’Frammenti
La solitudine, si sa, non tutti se la possono permettere. Non se la possono permettere i vecchi, non se la possono permettere i malati, non se la può permettere il politico. Però, sostanzialmente, quando si può rimanere soli con sé stessi, io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi credo che si⋯
Aveva camminato a lungo
19% Frances Hodgson BurnettPercorsi
Mentre il giardino segreto tornava a vivere, e con esso due bambini, un uomo vagabondava in lontani paesi affascinanti, tra i fiordi norvegesi e tra le valli e le montagne della Svizzera, un uomo che da dieci anni aveva la testa piena di pensieri cupi e s⋯
Presentimento d’amore
19% Dino BuzzatiSchiele Art
Tutto ciò che ci affascina nel mondo inanimato, i boschi, le pianure, i fiumi, le montagne, i mari, le valli, le steppe, di più, di più, le città, i palazzi, le pietre, di più, il cielo, i tramonti, le tempeste, di più, la neve, di più, la notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, le stell⋯
Le vive rocce
18% HaikuHoshà Anà RabbàSchiele Art
Le rocce della valle di Kiso mettono radici, al tramonto autunnale.
Spianare l’altura
17% Bertolt BrechtPoesie
Quello che in te era altura lo hanno spianato e la tua valle L’hanno interrata. Sopra di te passa una strada comoda.