Figlia di re AlcinooFiglio di Poseidone, regnava sul popolo dei Feaci con la moglie Arete. Alla sua corte giunse il naufrago Ulisse e si svolsero le nozze tra Giasone e Medea. (Non confondere col Gigante Alcinoo).... Leggi e della regina AreteDea della temperanza e della virtù. Altra Arete fu figlia di Alcinoo e di Nausicaa. Da Arete Ulisse gettandosi ai suoi piedi ottenne una nave per fare ritorno a Itaca.... Leggi dei Feaci, fu la prima a incontrare Ulisse Il vero nome di questo eroe era Odisseo, nome dal significato formidabile datogli dal nonno. Ulisse che significa Lo zoppo in riferimento alla ferita riportata alla coscia in una battuta di caccia, fu l'epiteto che i romani preferirono usare per questo personaggio. Figlio di... Leggi appena naufragato sulle coste di Corciria e ad accompagnarlo alla corte del padre. NECESSITÀ Figlia della FortunaDea romana del caso e del destino, ma in senso positivo.... Leggi, dea allegorica adorata e ubbidita ciecamente anche da Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi. Era chiamata anche col nome di AnankePersonificazione della "Necessità" o "Costrizione fatale", Parmen. Fr. 8, 30 D.-K. (lat. Necessitas), ha un santuario, non si sa quanto antico, insieme con Bia (la Forza) a Corinto (Pausan. 2, 4, 6). Non sembra sia personificata [come dàimon] in Alcman. Fr. 108 Calame (=... Leggi.


Crediti

   • Ναυσικάα •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Ulisse e NausicaaFiglia di re Alcinoo e della regina Arete dei Feaci, fu la prima a incontrare Ulisse appena naufragato sulle coste di Corciria e ad accompagnarlo alla corte del padre.


Crediti

   • Ναυσικάα •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Giovane figlia del re dei Feaci Alcinoo, e di Arete, accoglie Odisseo naufrago e lo accompagna a Scheria (Hom. Od. 6 passim; 8 passim).
Il nome è un composto di ναῦς, “nave”; il secondo termine è difficile da spiegare. Secondo Wörner (Roscher, Myth. Lex. III coll. 35-36), Chantraine (DELG, s. v. ναῦς) e von Kamptz (Homerische Personennamen, p. 112) potrebbe essere una forma non contratta che avrebbe dovuto dare *Ναυσι-κᾶ: si tratterebbe allora di un ipocoristico di un possibile *Ναυσι- κάστη, “celebrata per le navi”, derivante dalla radice indoeuropea *kms (latino censeo), “distinguersi, riconoscersi”, (cfr. da ultimo B. Mader in Snell, Lex. fr. Ep). In proposito, si confrontino i nomi Κάστωρ e Καστιάνειρα, collegati col verbo κέκασμαι, “eccellere, brillare”. Anche Heubeck (Beitr. Namenf. 8, 1957, pp. 276-277) è della medesima opinione. In disaccordo è Carnoy (DEMGR), secondo il quale la seconda parte di questo nome deriverebbe dal verbo κοέω, “fare attenzione” e il nome significherebbe “colei che si occupa delle navi”. Può essere utile il confronto con l’antroponimo maschile miceneo na-u-si-ke-re[-we (KN Xd 214), interpretabile come Ναυσικλῆς (composto di κλέος e ναῦς), dal significato quasi coincidente.


Crediti

   • Ναυσικάα •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Le convinzioni estreme
21% Jacques LacanSchiele Art
Una donna pazza che crede di essere una regina non è più pazza di una regina che crede di essere una regina. • Jacques Lacan • • • • • Egon Schiele • •
Le regole del pensare
17% Gregory BatesonPsicologia
Figlia – Una volta ho fatto un esperimento. Padre – Quale? Figlia – Volevo vedere se riuscivo a pensare due pensieri contemporaneamente. Allora pensai “È estate” e pensai “È inverno”. E cercai di pensare alle due cose insieme. Padre – Allora? Figlia – Ma ⋯
Gli eventi sicronistici
15% Robert H. HopckeSchiele Art
Ogni rapporto è una specie di sincronicità: un evento unico in cui un incontro esterno di individui assume rilevanza emotiva, simbolica e trasformativa. Molti degli eventi sicronistici mostrano che siamo collegati agli altri con legami molto più forti di ⋯
Esplorando l’inocuo
13% Herman MelvilleSchiele Art
quanto a me, io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sono tormentato da una smania sempiterna per le cose lontane. Mi piace navigare mari proibiti e approdare su coste barbariche.
Una saggia istituzione
13% Aldo BuzziLibri
L’allegria a tavola è indispensabile alla buona digestione. I buffoni di corte sedevano alla mensa del re proprio per questo. Una saggia istituzione. L’inverso dell’odierno pranzo di lavoro, una istituzione evidentemente non saggia, a meno di non consider⋯