Nome di diversi personaggi:
1. uno, figlio di Poseidone e Peribea, re dei Feaci in Iperea, li conduce a Scheria perché erano continuamente aggrediti dai Ciclopi (Hom. Od. 6, 7 ss.);
2. il pilota che portò Teseo a Creta (Plut. Thes. 17);
3. il figlio di Odisseo e di Calipso (Hes. Theog. 1017).
Si tratta di un composto di ναῦς, “nave” e di θοός, che significa “veloce” oppure “brillante”; il nome è interpretabile quindi come “veloce per le sue navi” o “brillante per le sue navi”.

Crediti
   •  Ναυσίθοος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Quei domani attesi
16% Irène NémirovskyPoesieSchiele Art
Domani, tutto sarebbe stato ancor meglio! Ma i giorni passavano, la vita passava, e il meglio non arrivava. Quei domani continuamente attesi, e che continuamente, chissà perché, deludevano. • Irène Némirovsky • • • • • Egon Schiele • Ritratto di una giova⋯
Il concreto come guida
15% Schiele ArtVictor-Marie Hugo
Il vero pilota è il marinaio che naviga sul fondo più che alla superficie.
Sulla natura
15% FilosofiaParmènide di Elea
La via della verità guidata dalla ragione conduce alla sapienza e all’essere; la via dell’opinione guidata dai sensi conduce all’apparenza e all’inganno. • Parmenide di Elea • • la dea Diche a Parmenide in Sulla natura • • Pinterest • •
Domande scomode
13% Gershom ScholemPolitica
Perché un mistico cristiano vede continuamente visioni cristiane, e non quelle di un buddista? Perché un buddhista vede i personaggi del proprio pantheon, e non, per esempio, Gesù o la Madonna? Perché un cabalista sulla sua via di illuminazione incontra i⋯
Incontrare la Verità
13% Emil CioranSchiele Art
Non è parlando degli altri, ma curvandosi su di sé, che ci è possibile incontrare la Verità. Perché ogni cammino che non conduce alla nostra solitudine o non ne proceda, è deviazione, errore, perdita di tempo.