Figlio di Minosse e della ninfa Paria; stabilitosi nell’isola di Paros, fu ucciso da Eracle che vi fece scalo durante il viaggio verso il paese delle Amazzoni per procurarsi il Cinto di Ippolita (Apollod. Bibl. 2, 5, 9).
Il nome deriva dal verbo νήφειν, “essere sobrio” e in particolare dal derivato nominale νηφάλιος (Chantraine, DELG, s. v. νήφω); per l’uscita -ιων si confrontino altri nomi, (come Κηδαλίων e sim.). Significa dunque “sobrio”, “moderato nel bere”.

Crediti
   •  Νηφαλίων  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Fede e scienza
16% AforismiAnton Pavlovič ČechovSchiele Art
Quando hai sete, credi di poter bere un mare intero: questa è la fede: quando inizi a bere, due bicchieri ti bastano: questa è la scienza.
Serve la mappa del labirinto
15% FrammentiItalo Calvino
L’attitudine oggi necessaria per affrontare la complessità del reale, rifiutandosi alle visioni semplicistiche che non fanno che confermare le nostre abitudini di rappresentazione del mondo; quello che ci serve è la mappa la più particolareggiata possibil⋯
Superficie dell’apparato mentale
14% Schiele ArtSigmund Freud
L’Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi è prima di tutto un Io corporeo. Non soltanto un’entità di superficie, ma esso stesso “proiezione di una superficie”. l’Io è in definitiva derivato da sensazioni corporee, principalmente da quelle che scaturiscono dalla superficie corporea. Può esser⋯
L’aristocraticismo
13% IdeePierre Klossowski
L’«aristocraticismo», secondo Nietzsche, deve essere rappresentato almeno da un gruppo, da un caso particolare, non in quanto frazione dell’umanità, ma come suo sovrappiù (dunque, per la totalità, odiosa sanguisuga da sterminare, da fucilare), e questo gr⋯
Felice chi ama molto
12% Hermann HesseSchiele Art
Tutto il mio vagare dunque era un cammino verso di te. Felice è chi è capace di amare molto. Ma amare e desiderare non sono la stessa cosa. • Herman Hesse • • Jakob von Gunten • • Egon Schiele • Particolare di Amanti •