Dea della giustizia e della vendetta, perseguitava i malvagi e coloro i quali non facevano buon uso dei doni avuti dalla sorte. Essa tormentava senza tregua chiunque infrangeva le regole.


Crediti

   • Νέμεσις •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
NemesiDi lei si era incapricciato Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi che voleva farla sua con ogni mezzo, Nemesi, per evitare l’unione, si era trasformata in pesce e in altre forme di animali; infine, rifugiatasi a Ramnunte e trasformatasi in oca, fu posseduta da Zeus trasformatosi in cignoSecondo i Catasterismi (Ps. Eratostene), è l'animale in cui si mutò Zeus per accoppiarsi con Nemesi, a sua volta mutata in oca o cigno femmina (un po' diversa la versione di Hygin. Astron. 2, 8). Nemesi avrebbe partorito l'uovo che fu poi consegnato a... Leggi. Ne venne un uovo dal quale nacque Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi.


Crediti

   • Νέμεσις •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Figlia della Notte, come Hypnos, Thanatos e le Moire (Hesiod. Theog. 211-225), è la personificazione del giudizio collettivo su un particolare comportamento o azione, cfr. il derivativo νεμεσ(σ)άω. Poi diventa immagine figurata della vendetta divina, compagna di Aidòs (Hesiod. Op. 197-201). Una versione collegata con le cause della guerra di Troia ([Stasin.] Cypr. Fr. 7 Bernabé) ci descrive N. come fanciulla vergine che, amata da Zeus, per sfuggirgli si tramuta in diversi animali, finché, presa la forma di un’oca, o cigno femmina, viene fecondata dal dio presso la località attica di Ramnunte. Genera cosí un uovo che verrà consegnato a Leda, dal quale nasceranno i Dioscuri, Clitennestra ed Elena, che causerà la guerra di Troia e le sue stragi. Zeus, dopo queste metamorfosi, pose il Cigno tra le costellazioni (Ps. Eratosth. Cataster. 25, che cita il comico Cratino, della cui commedia Nemesi non rimane quasi nulla). Viene chiamata anche Adràsteia, “contro la quale non si può fare nulla”.
Si tratta di un nomen actionis (cfr. Benveniste, Noms d’agent et noms d’action en Indo-européen, pp. 79-80) derivante dal verbo νέμω, “distribuire, ripartire secondo la convenienza”, cfr. γένεσις, Λάχεσις, col significato di “attribuzione per autorità legale” (Chantraine, DELG, s. v. νέμω; la radice è indoeuropea: * nem-, cfr. germ. nehmen.


Crediti

   • Νέμεσις •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La chioma di Elena
18% Derek WalcottPoesie
Alla fine di questa frase, comincerà la pioggia. All’orlo della pioggia, una vela. Lenta la vela perderà di vista le isole; in una foschia se ne andrà la fede nei porti di un’intera razza. La guerra dei dieci anni è finita. La chioma di Elena, una nuvola ⋯
La non vendetta
16% AforismiJohann Wolfgang GoetheSchiele Art
La vendetta più crudele è il disprezzo di ogni vendetta possibile. • Johann Wolfgang von Goethe • • • • • Egon Schiele • •
L’oblio dell’essere vivi
16% Jack LondonSchiele Art
C’è un’estasi che caratterizza il culmine della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. E il paradosso di vivere è tale che questa estasi arriva quando si è sommamente vivi e viene come un totale oblio dell’essere vivi. Questa estasi, questo dim⋯
Il nulla che circonda l’esistenza
15% FilosofiaSøren Kierkegaard
Null’altro esiste per la realtà, all’infuori del processo ininterrotto del divenire e del perire. Il nulla che circonda l’esistenza è la radice autentica delle possibilità – e a sua volta la possibilità autentica non può essere data altro che dal nulla – ⋯
Il mio compito
15% AforismiHermann Hesse
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi un parto della natura lanciato verso l’ignoto, forse verso qualcosa di nuovo o forse anche verso il nulla, lasciare che si sviluppasse dal profondo, obbedire al mio destino e far mia la sua volontà, questo era il mio compito. • Hermann Hesse • • • ⋯