Figlio di Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi e di DeidamiaNome di diverse eroine, tra cui: 1. una delle figlie di Bellerofonte, madre di Sarpedone (Diod. Bibl. 5, 79); in Hom. Il. 6, 197, è chiamata Laodamia; 2. moglie di Piritoo (Plutarch. Thes. 30, 3; forse da integrare in Esiodo (Fr. 280, 27 M.-... Leggi, generato quando il giovanissimo figlio di Teti Due sono i personaggi col nome di Teti; 1) una è Tethys che fu sposa di Oceano e madre dei fiumi e delle Oceanine. 2) L'altra è Thetis (una oceanina) detta anche Tetide, figlia di Nereo e di Doride e perciò nipote di Tethys.... Leggi era nasconto tra le figlie di LicomedeNome del re dei Dolopi, abitanti dell'isola di Sciro, che nascose Achille presso le proprie figlie (Apollod. Bibl. 3, 13, 8). Potrebbe essere un composto di λύκος, "lupo" e del verbo μήδομαι, "meditare, preparare, avere in mente", frequente come secondo membro di composti; significherebbe... Leggi; detto anche Pirro Più conosciuto dai Greci col nome di Neottolemo, era figlio di Achille e di Deidamia, principessa dell'isola di Sciro. Dopo la morte del padre fu chiamato a combattere a Troia dove si distinse per eroismo e valore. Fu uno dei guerrieri nascosti nel ventre... Leggi, “il rosso”. Sacrificò la vergine Polissena Figlia di Priamo e di Ecuba, amata da Achille fu involontaria causa della morte dell'eroe, ucciso a tradimento da Paride mentre festeggiava le nozze con Polissèna. Pirro figlio di Achille uccise Polissèna sulla tomba del padre (dopo che l'ombra d'Achille stesso l'ebbe domandata)..... Leggi sulla tomba di Achille, e quando Troia Città della Troade, chiamata propriamente Ilio dai Greci, teatro della decennale guerra. Secondo la leggenda sarebbe stata fondata da Troe, nipote di Dardano e padre di Ilo. Le sue mura sarebbero state costruite da Apollo e da Poseidone come espiazione per il tentativo di... Leggi fu conquistata trucidò il vecchio re Priamo Il celebre re di Troia vissuto all'epoca dell'assedio acheo. Era figlio di Laomedonte e fratello di Esione, unico maschio lasciato in vita da Eracle quando il padre si rifiutò di pagare i servigi dell'eroe. La sua casata era composta da cinquanta figlie e da... Leggi. Ha una parte di rilievo nelle tradizioni epiche “postomeriche” e nella tragedia attica. Fu ucciso e sepolto a Delfi Luogo sul versante meridionale del monte Parnaso, dov'era il famoso oracolo d'Apollo che per molti secoli fu adorato dai Greci e da numerosi altri popoli. Da una cavità della roccia uscivano dei vapori tossici che avevano la proprietà di eccitare chi li respirava. La... Leggi, dove si era recato per consultare l’oracolo a causa della sterilità della moglie ErmioneBellissima figlia di Menelao e di Elena, fidanzata forse con Oreste, fu promessa in sposa dal padre a Neottolemo, in cambio di aiuto per la conquista di Ilio. Sposata da Neottolemo dopo la presa della città, soffrendo dell'amore del marito per Andromaca, sua concubina,... Leggi, figlia di Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi e Menelao Figlio di Atreo, il re di Micene, e fratello di Agamennone. Quando sposò Elena, ricevette da Tindareo il trono di Sparta. Ed è proprio Elena, rapita da Paride e causa della guerra di Troia, a dare celebrità a Menelao, che altrimenti sarebbe stato a... Leggi.
Il nome è un composto di νέος, “giovane, recente” e di π(τ)όλεμος, “guerra”; significa dunque “il giovane guerriero” o meglio “colui per il quale la guerra è ancora nuova” (von Kamptz, Homerische Personennamen, p. 85). Già Pausania (10, 26, 4) riportava l’ipotesi che il suo nome significasse “giovane guerriero” perché suo padre, cioè Achille, era ancora giovane quando andò in guerra per la prima volta (ὅτι Ἀχιλλεὺς ἡλικίᾳ ἕτι νέος πολεμεῖν ἤρξατο). Si tratta quindi di un epiteto del padre, del tipo descritto in M. Sulzberger, “Revue des Études Grecs” 39, 1926, pp. 384-447.

Crediti
   •  Νεοπτόλεμος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La transizione perfetta
23% AnonimoIdee
Ogni transizione è un passaggio tra due limiti o confini. A quale punto della transizione siamo dall’altra parte? Quando passiamo la metà? Ma… quando passiamo effettivamente la metà? La transizione, come tutto ciò che ha a che fare con la percezione del⋯
Un supplizio affascinante
23% Gabriel García MárquezSchiele Art
Era inevitabile: l’odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati. Il dottor Juvenal Urbino lo sentì non appena entrato nella casa ancora in penombra, dove si era recato d’urgenza a occuparsi di un caso che per lui avev⋯
La sofferenza dell’essere bella
18% Alessandro BariccoFrammenti
Elena è una donna sola che vuole tornare a casa. Stanca di essere guardata, di essere additata come causa primordiale di tutte le sciagure o come causa di morte di migliaia di persone, accecate dal vapore velenoso del suo splendore. Ogni volta che si affo⋯
La ragazza che vendicò Che Guevara
17% CinemaIrene Lamponi
Quando quella bella giovane tirò fuori la pistola, Quintanilla, l’uomo che aveva torturato Ernesto Che Guevara, forse avrebbe voluto dire qualcosa, forse avrebbe voluto implorarla, chiedere scusa, pregare. Forse, ma non ne ebbe la possibilità. Monika Ertl⋯
Taedium vitae
16% CelebriTito Lucrezio Caro
Se ciascuno sapesse, quando sente gravare tanto peso sull’animo, che cosa mai lo tormenta e da dove provenga questo dolore assillante del perenne fardello che gli pesa sul cuore, non sprecherebbe il suo tempo nella continua ricerca di quello che ancora gl⋯