Si tratta della “Vittoria”, figlia del titano Pallante e di Stige, sorella di Cratos, Bia, Zelo (Hes. Theog. 383). Non ha praticamente racconti che la riguardino, ma ebbe un culto e una celebre immagine in Atene; una delle cinquanta figlie di Tespio, fecondata dal giovane Eracle diede alla luce Nicodromo (elenco dei numerosi figli di Eracle EracleZeus incapricciatosi di Alcmena, prende le sembianze del marito di lei, Anfitrione. Zeus passa con la donna un giorno e una notte d'amore, notte che in effetti era durata tre giorni poiché Zeus aveva ordinato al sole di riposarsi per tre giorni. Intanto fatto... Leggi e delle Tespiadi in Apollod. Bibl. 2, 7, 8).
L’etimologia di questo nome non è chiara; lo si può confrontare forse con l’antico indiano nica-, “rivolto all’ingiù” (Frisk, Gr. Et. Wört., s. v. νίκη).

Crediti
   •  Νίκη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’agonia come zona di scambio
14% FilosofiaGilles Deleuze
Artaud diceva: scrivere per gli analfabeti, parlare per gli afasici, pensare per gli acefali. Ma cosa significa “per”? Non “in favore di…” né “al posto di…” ma “davanti a …” E’ una questione di divenire. Il pensatore non è acefalo, afasico o analfabeta, m⋯
Figli della brama
12% Khalil GibranSchiele Art
I vostri figli non sono i vostri figli. Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di sé. Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro, e benché stiano con voi non vi appartengono.
Poesia dei doni
12% Jorge Luis BorgesPoesie
Ringraziare voglio il divino labirinto degli effetti e delle cause per la diversità delle creature che compongono questo singolare universo, per la ragione, che non cesserà di sognare un qualche disegno del labirinto, per il viso di Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi e la perseveranz⋯
Vorrei sapere…
12% Joyce LussuPoesie
Vorrei sapere quando ti ho perso in quale data in che momento forse quel martedì ch’ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi triste o un mese prima d’averti visto forse quella domenica pomeriggio ch’ero allegra e parlavo troppo di me forse in una data remota inesplicabile e ignota come il tr⋯
Limitati e distorti
11% Arthur SchopenhauerFilosofia
Ogni incidente, che ci procura sgradevoli sensazioni, anche quando è assai insignificante, lascerà un effetto postumo nel nostro spirito, e finché questo dura, ci impedirà di aver una visione chiara e oggettiva delle cose e delle circostanze, anzi tingerà⋯