Figlia del re di Lesbos Epopeo, oppure di un re d’Etiopia, Nitteo. Amata dal padre, per evitare l’incesto fuggí nel bosco, dove fu trasformata in civetta da Atena che ne ebbe pietà (mito probabilmente tardivo, Ovid. Metam. 2, 589-595; Hyg. Fab. 204; 253).
Deriva da νύξ, “notte”, bene attestato nelle lingue i.e. (cfr. lat. noct-, germ. Nacht), e può significare “figlia della notte”, nome appropriato per una fanciulla trasformata in civetta; oppure essere un derivato del nome paterno e significare “figlia di Nitteo”, ipotesi che sembra meno probabile.

Crediti
   •  Νυκτιμήνη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Quando il sacro è reale
16% AforismiEduardo Galeano
Le storie si raccontano di notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, perché di notte il sacro è reale, e chi sa raccontare racconta sapendo che il nome è quella cosa che il nome nomina.
Le storie si raccontano di notte
16% AforismiEduardo GaleanoSchiele Art
Le storie si raccontano di notte, perché di notte il sacro è reale, e chi sa raccontare racconta sapendo che il nome è quella cosa che il nome nomina. • Eduardo Galeano • • • • • Egon Schiele • •
L’Io decaduto
16% AforismiGottfried Benn
L’Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi è uno stato d’animo tardivo della natura, e oltretutto fugace. • Gottfried Benn • • • • • Pinterest • •
Ero nella massima ubiquità
13% FilosofiaHenri Michaux
Sulla riva di un oceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi tropicale, nei mille bagliori dell’argentea luce di una luna invisibile, fra le ondulazioni delle acque in tumulto, senza posa mutevoli… Nel taciturno frangersi, nelle trepidazioni della distesa illuminata, nel martirizzante va e v⋯
Nessuna parola è traducibile
12% Harald WeinrichLinguaggio
Anche la frequente lamentela che le lingue sono fondamentalmente intraducibili, è superflua. Si diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi che la parola tedesca Gemuet si sottrae alla traduzione così come la parola francese esprit o la parola anglo-americana business. Argomentazioni dilettant⋯