Fu ucciso dai fratelli e servito a tavola a Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi.


Crediti

   • Νύκτιμος •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Figlio di Licaone 2. re d’Arcadia ; si salvò dalla vendetta di Zeus che fulminò i numerosi figli di L., il quale gli aveva offerto per pasto carne umana, e regnò dopo il padre in Arcadia (Apollod. Bibl. 3, 8, 1).
Il nome deriva da νύξ, “notte”, col suffisso -ιμος che è servito alla costituzione di tutto un sistema di aggettivi di derivazione nominale: significa quindi “il notturno” (Chantraine, La formation, p. 152 s.).


Crediti

   • Νύκτιμος •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il diluvio di Deucalione
32% MitologiaRobert Graves
Il diluvio, un topos letterario assai frequente in tutte le culture, è sempre visto come atto purificatore compiuto dagli dei nei confronti di un genere umano carico di empietà. Anche in questo caso, Zeus, dio supremo dell’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi, provoca l’inondazione pe⋯
Nessuno mi uccide con l’inganno
19% LibriOmero di Chio
Allora io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi standogli accanto dissi al Ciclope tenendo con le mani una ciotola di nero: “su, bevi il vino, Ciclope, dopo aver mangiato la carne umana, perché tu sappia che bevanda è questa che alla nostra nave serbava. Te lo avevo portato in offerta, se mai⋯
Sangue che si fa inchiostro
17% Aldo BusiFrammenti
Sarei così denso da amare: per esempio dalle labbra mieteresti grappoli di sfere e umidità vocali e con il battito dattilografico del vecchio organo potresti trascorrere molte notti a ascoltare concerti di pura retorica non dissimili da temporali di prima⋯
l delirio dei volti
16% DisegniMichel Foucault
Il Goya che dipingeva il Cortile dei Folli sentiva senza dubbio, davanti a quel brulichio di carne nel vuoto, a quelle nudità lungo le mura nude, qualcosa che rassomigliava a un patetico contemporaneo: gli orpelli simbolici che ornavano il capo dei re ins⋯
Quando il sacro è reale
16% AforismiEduardo Galeano
Le storie si raccontano di notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, perché di notte il sacro è reale, e chi sa raccontare racconta sapendo che il nome è quella cosa che il nome nomina.