Eracle e OnfaleQuesto è un mito della saga di Eracle. Onfale, regina di Lidia (in AsiaNinfa figlia di Oceano e di Teti, diede il suo nome a una delle tre parti del mondo allora conosciuto.... Leggi minore) moglie del re Tmolo. Quando Eracle EracleZeus incapricciatosi di Alcmena, prende le sembianze del marito di lei, Anfitrione. Zeus passa con la donna un giorno e una notte d'amore, notte che in effetti era durata tre giorni poiché Zeus aveva ordinato al sole di riposarsi per tre giorni. Intanto fatto... Leggi, involontariamente uccise IfitoPersonaggio mitologico. Figlio di Eurito, re d'Ecalia, fu ucciso da Eracle presso Tirinto, pur avendone difese le ragioni presso la propria famiglia in occasione della richiesta dell'eroe di sposare la sorella Iole. Un'altra leggenda gli attribuisce la fondazione dei Giochi d'Olimpia, nati da una... Leggi, per espiare la sua colpa dovette mettersi al servizio di Onfale per tre anni.
Adesso dovete sapere che Onfale era bellissima ed Eracle (e non solo lui) si innamorava facilmente delle belle donne, quindi l’eroe per fare breccia nel cuore (e non solo) di lei, adeguando conocchia ed il fuso di Onfale, si mise a filare e a tessere tra le ancelle di lei, indossando vesti femminili, mentre Onfale indossava la pelle leonina e maneggiava la clava. A quanto pare questo stratagemma funzionò tanto per quanto Eracle ebbe da Onfale tre figli: IlloNome del figlio di Eracle e Deianira, eponimo di una delle tre tribú doriche (Pausan. 1, 35, 7; 32, 5; 41, 3). Probabilmente si tratta di un prestito che può essere confrontato con ὕλλος, nome di un pesce (Chantraine, DELG). Ipotesi diverse sono state... Leggi, Achele e LamoRe dei Lestrigoni (Hom. Od. 10, 81) e anche nome di un figlio di Eracle e di Onfale, eponimo della città greca di Lamia (Ovid. Heroid. 9, 54). Secondo Chantraine (DELG, s. v. λαμυρός) questo nome deriva dalla radice di λαμυρός, "goloso, avido" (cfr.... Leggi.

Crediti
   •  Ὀμφάλη  •
 • Miti 3000
 • Mitologia e dintorni
Regina di Lidia, figlia del re Iardano, presso la quale Eracle fu schiavo (Apollod. Bibl. 2, 6, 3; 7, 8).
Questo nome dovrebbe derivare semplicemente da ὀμφαλός, “ombelico”.

Crediti
   •  Ὀμφάλη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il sapere del non sapere
19% AforismiFriedrich NietzscheSchiele Art
Quanto più già si sa, tanto più bisogna ancora imparare. Con il sapere cresce nello stesso grado il non sapere, o meglio il sapere del non sapere.
Quando si presta molta attenzione
19% David WhyteSchiele Art
Alla fine ci rendiamo conto che non sapere cosa fare è altrettanto utile che sapere cosa fare. Non sapere ci impedisce di prendere direzioni sbagliate. Non sapendo cosa fare, iniziamo a prestare molta attenzione. Proprio come le persone perse nel deserto,⋯
Il sapere è l’essere per la coscienza
18% FilosofiaMartin Heidegger
Che cosa ricerchiamo esaminando il sapere quanto alla sua verità? La verità è l’essere-in-sé. Il sapere è l’essere per la coscienza. Se ricerchiamo la verità del sapere cerchiamo che cosa sia il sapere in sé. Ma a causa di questa ricerca il sapere diventa⋯
Zeus e Prometeo
17% Giulio Maria ChiodiMitologia
La vicenda raccontata dal mito, il rifiuto di Prometeo Titano figlio di Giapeto e di Climene figlia di Oceano. In origine era solamente un Titano intelligente che riuscì ad ingannare Zeus, ma successivamente fu trasformato nel creatore e salvatore del genere umano mentre Zeus appare come un crudele tiranno. Quando i Titani sfidarono... Leggi di piegarsi alla volontà di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi, evoca paradigmaticamente una questione che noi definiremo di principio: l’indipendenza del sapere del potere. Chi ha il potere non ha il sapere e chi ha il sapere non⋯
Le convinzioni estreme
17% Jacques LacanSchiele Art
Una donna pazza che crede di essere una regina non è più pazza di una regina che crede di essere una regina. • Jacques Lacan • • • • • Egon Schiele • •