Dea che lenisce e risana da tutti i mali, figlia di Asclepio Asclepio per i Greci, Esculapio per i Romani, era il dio della medicina. Dalle origini incerte non è chiaro se in origine fosse una divinità sotterranea della Tracia o se come nel caso di Imhotep in Egitto, un uomo realmente esistito che per la... Leggi e della ninfa EpioneEra la moglie di Asclepio.. Anche questa dea faceva parte del culto del padre assieme alla sorellastra Igea Personaggio mitologico; figlia di Esculapio, venerata dai Greci come dea della salute. Era raffigurata sotto l'aspetto di una giovane donna prosperosa, nell'atto di dissetare in una coppa un serpente.... Leggi.
Figlia di Asclepio e Lampezia 2., sorella di Iaso; dea della guarigione attraverso le piante (Paus. 1, 34, 3); invocata col padre e con la sorella Igea in Hippocr. Jusiur. 2; partecipa alla guarigione di Pluto Dio della ricchezza, originariamente era una divinità agricola a cui era affidata la fertilità dei campi. Simboleggiava la ricchezza agraria e quindi il raccolto abbondante. Era figurato come bambino in braccio a Tiche la Fortuna o in braccio a Irene la Pace, a volte... Leggi in Aristoph. Plut. 702, 730-732.
Il nome deriva da un appellativo, composto di πᾶς, “tutto” ed il sostantivo ἄκος, “rimedio”, cura; il risultato è un composto possessivo (Chantraine, DELG, s. v. πᾶς), che significa “colei che ha tutti i rimedi” o “rimedio per tutti i mali”.

Crediti
   •  Πανάκεια  •
 • Miti3000
 • Mitologia e dintorni
Similari
Le regole del pensare
20% Gregory BatesonPsicologia
Figlia – Una volta ho fatto un esperimento. Padre – Quale? Figlia – Volevo vedere se riuscivo a pensare due pensieri contemporaneamente. Allora pensai “È estate” e pensai “È inverno”. E cercai di pensare alle due cose insieme. Padre – Allora? Figlia – Ma ⋯
Bisogna avere pazienza
19% TeatroWilliam Shakespeare
Quando non c’è più rimedio è inutile addolorarsi, perché si vede ormai il peggio che prima era attaccato alla speranza. Piangere sopra un male passato è il mezzo più sicuro per attirarsi nuovi mali. Quando la fortunaDea romana del caso e del destino, ma in senso positivo.... Leggi toglie ciò che non può essere conserva⋯
Amo le nuvole…
17% Charles BaudelaireSchiele Art
Dimmi, chi ami di più, tu uomo enigmatico? Tuo padre, tua madre, tua sorella o tuo fratello? – Non ho padre, né madre, né sorella o fratello. I tuoi amici? – Ti servi di una parola il cui senso m’è rimasto fino a questo momento sconosciuto. La tua patria?⋯
Il peggiore dei mali
16% Irvin YalomPercorsi
Si deve essere pronti ad ardere nella propria fiamma: com’è possibile rinnovarsi senza prima essere divenuti cenere? Quando il vaso di Pandora Fu la prima donna creata da Efesto per ordine di Zeus che volendo punire gli uomini per avere ricevuto da Prometeo il fuoco sacro. Gli dèi si misero all'opera e crearono la donna che Ermes chiamò Pandòra, gli diedero un vaso chiuso e la... Leggi fu aperto, così che tutti i mali lì rinchiusi da Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi dilagarono per il mondo dell’uomo,ve ne rimase uno,ignoto ⋯
Capro espiatorio
15% AforismiPrimo Levi
In ogni gruppo umano esiste una vittima predestinata: uno che porta pena, che tutti deridono, su cui nascono dicerie insulse e malevole, su cui, con misteriosa concordiaSpirito romano che incarnava l'armonia della comunità.... Leggi, tutti scaricano i loro mali umori e il loro desiderio di nuocere. • Primo Levi • • L⋯