1. Figlio della Pleiade Merope; diversi sono i miti ricollegati a questo personaggio (cfr. e. g. Paus. 10, 30, 1).
2. Un Pandareo, che viveva nella regione di Efeso, è ricordato da Antonin. Lib. Metam. 11 (da Boios, Ornithog.) come padre di Edona, trasformato alla fine di una tragica vicenda in aquila marina (ἁλιάετος, forse si tratta dell’ossífraga, Macronectes Giganteus).
Carnoy (DEMGR) fa derivare questo nome da *pand-, “ricurvo”, ma si tratta di una spiegazione insufficiente. Secondo Roscher (Roscher, Myth. Lex. III col. 1503) e von Kamptz (Homerische Personennamen, p. 361) deriva da Panda, località presso Magnesia sul Sipilo, con l’aggiunta di un suffisso in r-, si veda PandaroCapo di un contingente licio alleato dei Troiani, figlio di Licaone; aveva imparato da Apollo l'arte di tirare con l'arco (Hom. Il. 2, 826-827). Spinto da Atena, ruppe la tregua fra Greci e Troiani colpendo Menelao con una freccia (Hom. Il. 4, 89 ss.).... Leggi.

Crediti
   •  Πανδάρεως  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La grande solitudine interiore
12% Rainer Maria RilkeSchiele Art
È necessaria una cosa sola: solitudine, grande solitudine interiore. Volgere lo sguardo dentro sé e per oreFiglie di Zeus e di Temi, in origine divinità della natura e dell'ordine, delle stagioni e delle piogge, più tardi connesse anche al concetto della Giustizia. Furono talvolta identificate con le Cariti (le Grazie) e chiamate Auxo e Carpo, nomi alludenti alla semina, alla... Leggi non incontrare nessuno: questo bisogna saper ottenere. L’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi consiste in questo, che due solitudini si proteggono a vicenda, si toccano, si salut⋯
L’apertura alla vita
12% AforismiSchiele ArtTheodore Francis Powys
Per quanto ognuno veda l’autunno come una stagione già vissuta, la primavera è sempre, per tutti, una rinascita.
Il bello della terra
10% FilosofiaMartin Heidegger
Il pensiero rammemorante dei naviganti, pensando costantemente alla terra straniera e alla patria, raccoglie certo il “bello della terra” come fondamento di tutti gli enti. Ma questo pensiero che raccoglie tutto nell’uno non va ancora alla sorgente. Per a⋯
Gli ingannatori
10% FrammentiFriedrich Nietzsche
Non si possono sovvertire tutti i valori? E il bene, non è forse il male? E dio non è una raffinata invenzione del diavolo? In fondo, forse, non è tutto falso? E se noi siamo ingannati, non siamo forse, appunto per questo, anche ingannatori? Non dobbiamo ⋯
Secchi di cenere nera
10% Gesualdo BufalinoSchiele Art
Forse il nodo di ogni nostro destino, quello che ci perde o ci salva, sta qui, in questa vicenda del ricordare e del dimenticare. Si sa qual è sulla terra la condizione dell’uomo: bruciare un’attimo e spegnersi, fiammifero tra due bui. Ma in seno a quel f⋯