Uno dei vecchi troiani, compagno di Priamo alle porte Scèe, Hom. Il. 3, 146 ss., padre di Euforbo, Iperenore e Polidamante; forse è lo stesso Pantoo (Panthus, -us), figlio di Otrys, sacerdote di Apollo a Delfi, che compare nell’Eneide, dove cade nell’ultima difesa della città di Troia (cfr. Verg. Aen. 2, 429-30; 527 ss. e Serv. Dan. ad l.). Potrebbe trattarsi di una ripresa virgiliana dello stesso P. della teichoscopìa omerica (Lehnus in Encicl. Virgiliana, s. v. Panto). Una ripresa considerevole di P., indovino greco proveniente da Delfi, si trova all’inizio del romanzo di Christa Wolf, (Kassandra (1983).
Il nome è un composto di πᾶς, “tutto” e θοóς, nel senso di “veloce”, “rapido in tutto” (von Kamptz, Homerische Personennamen, p. 74; Wathelet, Dictionn. Troyens, § 262); Carnoy (DEMGR) ritiene piú probabile che la seconda parte del nome derivi da θοóς, ma nel senso di “brillante”, (cfr. la glossa di Hesych. θοóς· λαμπρός, e Aly, REPW s. v.) visto che si tratta di un personaggio di alto rango; significherebbe allora “del tutto brillante”.

Crediti
   •  Πάνθοος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
C’è salvezza nell’abiezione estrema
15% Giuseppe Di GiacomoSchiele Art
Se gli eroi del romanzo ottocentesco lottano per far trionfare il senso, la totalità, sul non-senso del mondo (il mondo abbandonato da dio), Dostoevskij coglie il senso nel cuore stesso del non-senso. Per l’uomo di Dostoevskij tutto è nello stesso tempo s⋯
Preservarsi tra la negazione e l’orgoglio
15% Albert CamusPercorsi
I valori individuali diventano concreti solo a partire dal momento in cui l’individuo sa di essere poca cosa, ma comunque qualcosa e dimentica se stesso per affermare nelle sue opere e nelle sue azioni tutti gli altri individui. Allora, e soltanto allora,⋯
Ritratto d’artista
14% EstrattiJames Joyce
Vi dirò quello che farò e quello che non farò. Non mi servirà quello in cui non credo più, anche se si chiama la mia casa, la mia patria, o la mia chiesa: e cercherò di esprimere me stesso liberamente in certo modo di vita o di arte come posso e su tutto,⋯
Strategie della natura
14% FilosofiaUmberto Galimberti
Nietzsche è stato educato, come diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi lui stesso, da Schopenhauer. Ritiene effettivamente che noi siamo vissuti dalla sovrabbondanza, dall’esuberanza, dalla dionisicità (DionisioDio greco della viticultura corrispondente al dio Bacco romano, era un dio molto chiassoso veniva chiamato anche Bacco, che in greco significa "clamore", da cui deriva la parola italiana baccano. Dioniso veniva raffigurato in due forme distinte: la più antica lo rappresentava in un... Leggi), dalla natura che utilizza i suoi individui come degli strumenti per la sua ⋯
Il corpo morto di Dio
14% EstrattiFernando Pessoa
Il mito è quel nulla che è tutto. Lo stesso sole che apre i cieli è un mito brillante e muto, il corpo morto di Dio, vivente e nudo. Questi, che qui approdò, poiché non c’era cominciò ad esistere. Senza esistere ci bastò. Per non essere venuto venne e ci ⋯