Nel ciclo degli Argonauti, viveva presso il Bosforo tracio, vicino al regno di Fineo 3; suo padre aveva tagliato un albero sacro a una ninfa Amadriade, nonostante le preghiere di questa, per cui soffrí una maledizione (la povertà) dalla quale solo il re Fineo seppe liberarlo. Da allora rimase il piú caro dei suoi amici, e veniva spesso ad accudirlo (Apoll. Rhod. Argon. 2, 456-491 e Schol. ad loc.).
Sembra essere un composto della preposizione παραί, “presso” e di βίος, “vita” e significherebbe “colui che vive a lato”; che si debba spiegare nel senso di “colui che non si comporta bene”, per la colpa che commise contro l’albero dell’Amadriade, è un’ipotesi abbastanza incerta (cfr. Carnoy DEMGR s. v.).

Crediti
   •  Παραίβιος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La compiacenza nelle grazie del tempo
18% Karl KrausSchiele Art
Tutta l’arte mi sembra essere soltanto arte per l’oggi, se non è arte contro l’oggi. Fa passare il tempo – non lo caccia via! Il vero nemico del tempo è il linguaggio. Esso vive in un intesa immediata con lo spirito indignato dal proprio tempo. Qui può na⋯
Fermare il primo pensiero
15% Luigi CiottiPercorsi
Vi auguro di essere eretici perché eresia dal greco significa scelta. Eretico è la persona che sceglie. L’eretico è colui che più della verità ama la ricerca della verità. L’eresia dei fatti prima di quella delle parole. L’eresia che sta nell’etica prima ⋯
Per un creatore non esiste povertà
15% AforismiRainer Maria RilkeSchiele Art
Se la vostra vita quotidiana vi sembra povera, non l’accusate: accusate voi stesso, che non siete assai poeta da evocarne la ricchezza: ché per un creatore non esiste povertà né luoghi poveri e indifferenti.
L’uomo che riceve l’amore è colui che lo dà
14% Bertrand RussellFrammenti
Essere oggetto d’amor è una causa potente di felicità, ma l’uomo che chiede l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi non è colui al quale viene concesso. L’uomo che riceve l’amore è, generalmente, colui che lo dà. Ma è inutile tentare di darlo per calcolo, allo stesso modo che si può pre⋯
Il signore della terra
14% Martin HeideggerSchiele Art
L’uomo cammina sull’orlo estremo del precipizio, cioè la dove egli stesso può essere preso solo più come «fondo». E tuttavia proprio quando è sotto questa minaccia l’uomo si veste orgogliosamente della figura di signore della terra. Così si viene diffonde⋯