AmicoFiglio di Poseidone, grande pugile e re dei Bebricioni. Col suo popolo abbandonò la Tracia per stabilirsi in Bitinia, dove allettando le genti con giochi e pubblici divertimenti, le attirava in una foresta dove le derubava ed uccideva. Amico fu ucciso da Polluce e... Leggi di Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi. Lo seguì a Troia Città della Troade, chiamata propriamente Ilio dai Greci, teatro della decennale guerra. Secondo la leggenda sarebbe stata fondata da Troe, nipote di Dardano e padre di Ilo. Le sue mura sarebbero state costruite da Apollo e da Poseidone come espiazione per il tentativo di... Leggi e combatté al suo posto quando Achille, sdegnato contro Agamennone Figlio di Atrèo (re di Micene) e di Erope (secondo altre fonti nipote di Atrèo) spodestato del trono da Egisto si rifugiò insieme col fratello Menelao a Sparta presso la corte di Tindarèo, e ne sposò la figlia Clitennestra. Scacciato l'usurpatore dal trono di... Leggi, si rifiutava di aiutare i Greci. Scambiato dai Troiani per Achille, capovolse le sorti della battaglia ma rimase ucciso da Ettore


Crediti

   • Пατροκλέ-(Ϝ)ης, Пάτροκλος •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Menelao sorregge il corpo di PatrocloFu uno dei pretendenti alla mano di Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi. A seguito di un litigio scaturito da una partita a dadi, Patroclo uccise Clitonimo e per questo fu bandito da OpunteEroe eponimo dei Locresi di Opunte, figlio di Locro e di Protogenia oppure di Zeus e della figlia di un altro Opo (Pind. Ol. 9, 86 e Schol. ad loc.). Secondo Chantraine (DELG, s. v. ὁπός) il nome deriverebbe da ὁπός, succo di fico... Leggi, accolto da Peleo Figlio di Eaco signore di Egina. Cacciato dal fratello Teseo, si era rifugiato in Tessaglia, dove però aveva ucciso accidentalmente il re Eurizione. Andò allora a Iolco e si unì agli Argonauti nella spedizione per la conquista del vello d'oro. Aveva sposato la divina... Leggi, divenne l’amato di Achille. Così grande era l’amicizia che lo legava ad Achille, che lo seguì a Troia e combatté al suo posto quando Achille, sdegnato contro Agamennone, si rifiutava di aiutare i Greci. Indossate le armi di Achille fu scambiato dai Troiani per il Pelide, capovolse le sorti della battaglia ma rimase ucciso da Ettore Grande eroe troiano, figlio di Priamo e di Ecuba, sposo di Andromaca, dalla quale ebbe Astianatte. Combatté valorosamente a difesa della città di Troia. Omero gli dedica i versi più belli dell'Iliade, dipingendolo come padre affettuoso e valoroso guerriero. Uccise Patroclo, l'amico di Achille,... Leggi. Achille in suo onore celebrò dei giochi funebri in onore di Patroclo e sulla sua pira furono sgozzati 12 prigionieri Troiani. Quando anche Achille morì, furono seppelliti assieme nell’isola Bianca e le loro ossaMessaggera di Zeus, è il dàimon della Voce che si diffonde nell'esercito acheo, per chiamarlo all'assemblea; Hom. Il. 2, 93-94. In Hom. Od. 1, 282-283 (minusc. nelle nostre edizioni) è la Ossa "che viene da Zeus e dà la gloria agli uomini", mentre in... Leggi mescolate.
Molto minor rilievo viene dato a Patroclo dagli autori tardolatini e medievali. Essi , evitando accuratamente l’intervento delle divinità tipico di Omero e la storia delle armi di Achille indossate da Patroclo, lo dicono ucciso da Ettore nelle prime fasi della guerra e minimizzano il profondo odio che in Omero spinge Achille a straziare il corpo dell’eroe troiano, dando maggior peso alla vicenda che legò Achille a Polissena Figlia di Priamo e di Ecuba, amata da Achille fu involontaria causa della morte dell'eroe, ucciso a tradimento da Paride mentre festeggiava le nozze con Polissèna. Pirro figlio di Achille uccise Polissèna sulla tomba del padre (dopo che l'ombra d'Achille stesso l'ebbe domandata)..... Leggi. Così le armi che Omero aveva fatto costruire da Efesto EfestoDio del fuoco e fabbro della mitologia greca, era l'equivalente del dio Vulcano dei Romani. Siccome Zeus aveva generato Atena senza partecipazione femminile, facendola nascere dalla sua testa, Era ingelosita volle fare altrettanto e così senza avere contatto con uomo, generò Efèsto, ma nacque... Leggi e che la tradizione classica diceva oggetto della contesa tra Aiace Figlio di Oileo (uno degli Argonauti) era un famoso arciere e molto veloce nella corsa. Prese parte nella guerra di Troia, coraggioso ma brutale, affrontava sia gli dèi che i duci greci. Violentò Cassandra che si era rifugiata nel tempio di Atena per sfuggire... Leggi ed Ulisse Il vero nome di questo eroe era Odisseo, nome dal significato formidabile datogli dal nonno. Ulisse che significa Lo zoppo in riferimento alla ferita riportata alla coscia in una battuta di caccia, fu l'epiteto che i romani preferirono usare per questo personaggio. Figlio di... Leggi vengono più credibilmente consegnate al figlio di Achille, NeottolemoFiglio di Achille e di Deidamia, generato quando il giovanissimo figlio di Teti era nasconto tra le figlie di Licomede; detto anche Pirro, "il rosso". Sacrificò la vergine Polissena sulla tomba di Achille, e quando Troia fu conquistata trucidò il vecchio re Priamo. Ha... Leggi.


Crediti

   • Пατροκλέ-(Ϝ)ης, Пάτροκλος •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Figlio di MenezioFu da Zeus fulminato per avere preso parte alla rivolta dei Titani.... Leggi e nipote di AttoreEroe tessalo, re di Fere, che accolse Peleo e gli trasmise il regno alla sua morte (Apollod. Bibl. 1, 7, 3; 8, 2). Questo nome è attestato già in miceneo nella forma A-ko-to (KN Sc 239). Significa "capo", derivando dal verbo ἄγω, "condurre" col... Leggi, originario di Opunte nella Locride; per aver ucciso per errore Clisonimo, figlio di AnfidamanteCrudele figlio di Busiride. Aveva l'usanza di sacrificare agli dèi tutti gli stranieri che gli passavano sotto mano. Fu ucciso da Eracle e offerto in sacrificio agli dèi (ripagato della stessa moneta).... Leggi, fu esiliato e accolto da Peleo a Ftia in Tessaglia, che lo crebbe insieme ad Achille. Ha una ruolo molto importante come hetàiros di Achille nell’IliadePoema epico dell'antica civiltà greca, del sec. VIII a.C. composto da Omero, in 24 canti o libri di complessivi 15.693 esametri in dialetto jonico. Racconta i fatti dell'ultimo mese e mezzo della decennale guerra di Ilio o Troia; il sorgere dell'ira di Achille verso... Leggi, passim.
Il nome Пατροκλέ-(Ϝ)ης, (forma secondaria Пάτροκλος) è un composto di πατήρ, “padre” e di κλέος, “gloria”, e significa “Gloria di suo padre”, “che porta gloria a suo padre” o anche “Glorioso per suo padre”, per la sua nascita (Pape-Benseler, WgE v.); Nagy (The Best of the Achaeans, p. 177) fa derivare la prima parte del nome dal plurale πατέρες, nel significato di “antenati”, e interpreta come “colui che ha la gloria degli antenati”, cfr. già Carnoy DEMG s. v., “célèbre par ses ancêtres”. Parallelamente esiste già nei poemi omerici al femminile il nome, con i due termini rovesciati, Cleopatra (Hom. Il. 1, 556-60; portato da diverse eroine), che va considerato un riferimento evidente alla gloria del padre, secondo un meccanismo di attribuzione del nome che possiamo chiamare “patro-celebrativo” (Sulzberger, “Rev. Et. Gr”. 39, 1926, p. 387; D. Bouvier, Le sceptre et la lyre, Grenoble 2002, pp. 357-365).


Crediti

   • Пατροκλέ-(Ϝ)ης, Пάτροκλος •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Oh vana gloria de l’umane posse!
15% Home
Oh vana gloria de l’umane posse! com’ poco verde in su la cima dura, se non è giunta da l’etati grosse! Credette Cimabue ne la pittura tener lo campo, e ora ha Giotto il grido, sì che la fama di colui è scura. Così ha tolto l’uno a l’altro Guido la gloria⋯
Luce negli abissi
15% FrammentiVictor-Marie Hugo
Fare della coscienza umana un poema, fosse anche di un solo uomo, il più infimo fra gli uomini, sarebbe come fondere tutte le poesie epiche in un’unica epopea superiore e definitiva. La coscienza è il caosSi tratta del Vuoto, dell'abisso spalancato anteriore alla creazione (Hes. Theog. 116 ss.). 1) Il nome è confrontabile con *χά- ος, "vuoto, cavo", con l'aggettivo χαῦ- νος e coi gruppi di χαίνω, χάσκω, "aprirsi" (Chantraine, DELG). 2) Lo spazio immenso, l'abisso vuoto che secondo... Leggi delle chimere, delle cupidigie e degli innumerevo⋯
La transizione perfetta
15% AnonimoIdee
Ogni transizione è un passaggio tra due limiti o confini. A quale punto della transizione siamo dall’altra parte? Quando passiamo la metà? Ma… quando passiamo effettivamente la metà? La transizione, come tutto ciò che ha a che fare con la percezione del⋯
Diavolo sbalordito
14% John MiltonPoesie
Sbalordito il Diavolo rimase, quando comprese quanto osceno fosse il bene…
Contro la logica della guerra
14% Bob MarleyMusica
Finché ci saranno i poteri di nazioni ricche che usano le armi per diffondere il loro dominio saccheggiando e distruggendo interi paesi, il mondo vivrà sempre nel terrore, ciò che possiamo usare in difesa della terra è il boicottaggio di tutti quei paesi ⋯