Nomi di molti personaggi: 1. figlio del dio fluviale Asopo e di Metope (anche lei figlia del fiume Ladon, Apollod. 3, 12, 6, 156; Diod. Sic. 4, 72, varia lectio Πελάσγων); 2. uno dei pretendenti alla mano di Ippodamia, è nel catalogo di coloro che furono uccisi da Enomao, prima dell’arrivo di Pelope, [Hes.] Fr. 259 a, M.-W. (Μεγάλαι Ἠοίαι); 3. figlio di un Anfidamante, era un ricco possidente della Focide. Quando Cadmo, in cerca della sorella Europa, consultò l’oracolo di Delfi, si fece dare da un suo mandriano la profetica vacca col manto segnato da una luna piena, che lo avrebbe portato sul luogo della fondazione di Tebe in Beozia (Apollod. Bibl. 3, 4, 1; maggiori dettagli in Schol. Eur. Phoen. 638, che riporta l’intero responso oracolare in 18 esametri). 4. In Hom. Il. 4, 295 è un comandante di Pilo di Messenia, che combatte sotto la guida di Nestore; 5. sempre nell’Iliade porta lo stesso nome un guerriero della Licia, che estrae una lancia scagliata da Tlepolemo dalla gamba di Sarpedonte, di cui era hetàiros; (Hom. Il. 5, 694-695).
Da collegare con πέλαγος e con il popolo dei Πελαγόνες, si veda Aura-Jorro, Dict. Mic. s. v. pe-ra-ko-no (è attestata anche la flessione in -ντ-); secondo von Kamptz, Homerische Personennamen § 81, s. v. p. 330, potrebbe trattarsi di una stirpe illirica. Può significare “l’uomo del mare”, anche se Wathelet (Dictionnaire des Troyens n. 268. p. 1482) osserva che questa interpretazione si adatta male a un popolo di montagna (cfr. Strab. 9, 5, 11). Sembra ancora piú difficile metterlo in relazione con Πελασγοί, probabilmente nome non greco, cfr. Pelasgo. L’ipotesi che possa derivare da πηλός fango, creta, avanzata da Room (Room’s Classical Dictionary p. 232) sembra azzardata.

Crediti
   •  Πελάγων  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Maledire lo specchio dal fango
20% EstrattiStendhal
Un romanzo, signori, è uno specchio trasportato lungo una strada maestra. A volte esso riflette ai vostri occhi l’azzurro del cielo, a volte il fango delle pozzanghere sulla via. E l’uomo che porta lo specchio sulla schiena è accusato da voi di immoralità⋯
Specchio d’acqua
19% Estratti
Un romanzo è uno specchio che passa per una via maestra e ora riflette al vostro occhio l’azzurro dei cieli ora il fango dei pantani. E l’uomo che porta lo specchio nella sua gerla sarà da voi accusato di essere immorale! Lo specchio mostra il fango e voi⋯
Dalla parte del popolo
17% Fëdor DostoevskijFrammenti
La salvezza della Russia deriva dal popolo. E il monastero russo, da tempi immemorabili, è dalla parte del popolo. Se il popolo vive nell’isolamento, anche noi viviamo nell’isolamento. Il popolo crede, come crediamo noi, e un riformatore non credente non ⋯
Un popolo minore preso nel suo divenire
16% FilosofiaGilles Deleuze
La salute come letteratura, come scrittura, consiste nell’inventare un popolo che manca. Inventare un popolo spetta alla funzione fabulatrice. Non si scrive con i propri ricordi, a meno di farne l’origine o la destinazione collettive di un popolo a venire⋯
Mancanza di modelli
15% AnonimoSocietà
Le minoranze non si distinguono numericamente dalle maggioranze. Una minoranza può essere più numerosa di una maggioranza. Ciò che definisce alla maggioranza è un modello al quale si conforma: per esempio, la media europea, adulto, maschio, urbano… Inve⋯