Figlio di Eaco Figlio di Zeus e di Egina e re di Egina. Per la sua pietà era molto caro agli dèi. Quando una pestilenza aveva distrutto la popolazione dell'isola, pregò gli déi perché lo aiutassero e questi mutarono in uomini una colonia di formiche (in greco... Leggi signore di Egina di Metope figlia del fiume Ladone. Egina fu rapita da Zeus che voleva farla sua, ma Asopo avvertito da Sisifo del rapimento mise in fuga il rapitore che per sfuggire si mutò in roccia, davanti alla quale Asopo passò senza accorgersi di niente. Zeus... Leggi. Cacciato dal fratello Teseo Figlio di Egeo re di Atene e di Etra figlia di Pitteo re di Trezene. Nella stessa notte ad Etra si accoppiarono sia Poseidone che Egeo legittimo sposo, ma la donna fu ingravidata solo dal dio, che lasciò ben volentieri ai due mortali, la... Leggi, si era rifugiato in Tessaglia, dove però aveva ucciso accidentalmente il re EurizioneEURIZIONE Nome di vari personaggi: 1) Re di Ftia, venne ucciso per errore durante la caccia al cinghiale Calidone; 2) Centauro che al matrimonio di Piritòo, ubriacatosi cercò di fare violenza alla sposina, Teseo e Piritòo gli tagliarono naso ed orecchie; 3) Figlio di... Leggi. Andò allora a IolcoL'attuale Volo, in Tessaglia, da cui gli Argonauti partirono alla conquista del vello d'oro.... Leggi e si unì agli Argonauti Erano i cinquantadue eroi Greci partiti nel lunghissimo ed interminabile viaggio alla conquista del Vello d'oro. Capo supremo della spedizione era Giasone, seguono: Tifi, Ergino, Eufemo, Idmone, Mofo, Acaste, Anfiarao, Admeto, Anfidano, Anfione, Anceo, Argo, Asterione, Asterio, Augia, Bute, Castore, Ceneo, Cefeo, Clito, Echione,... Leggi nella spedizione per la conquista del vello d’oroEra la pelle dell'ariete nato da Teofane e da Poseidone, donato poi da Ermes a Nefele, moglie di Atamante e madre di Frisso e di Elle. Quando per gli intrighi di Ino i due ragazzi dovettero essere sacrificati, la madre li fece fuggire in... Leggi. Aveva sposato la divina Teti Due sono i personaggi col nome di Teti; 1) una è Tethys che fu sposa di Oceano e madre dei fiumi e delle Oceanine. 2) L'altra è Thetis (una oceanina) detta anche Tetide, figlia di Nereo e di Doride e perciò nipote di Tethys.... Leggi, concessagli da Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi perché nessuno degli dei era disposto a unirsi alei a causa di una profezia che la indicava come madre di un figlio che avrebbe superato la potenza del padre. Quel figlio, che Tedi ebbe da Peleo, fu Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi.


Crediti

   • Πηλεύς •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Nozze di Peleo e TetiFiglio di Endeide e di Eaco signore di Egina. Suoi fratelli erano Telamone Eaco sposò Endeide ed ebbe i figli Telamone e Peleo. Eaco si unì anche a Psamate, figlia di Nereo, che si era tramutata in foca per sfuggire al suo amore; da essi nacque il figlio Foco. Foco eccelleva particolarmente nelle gare atletiche, e per... Leggi e Foco1. Eroe eponimo della Focide, figlio di Eaco e della Nereide Psamate, fratellastro di Peleo (Hesiod. Theog. 1004-05) ed anche 2. nome di un abitante di Glissa in Beozia, che stabilì che i numerosi pretendenti della figlia Calliroe dovessero battersi con le armi, ma... Leggi.
A quanto pare il nostro eroe non era proprio un santo, anzi… Foco era un bravissimo atleta, i due fratelli gelosi ordirono contro di lui, simulando un incidente in una gara lo uccisero tirandogli in testa un disco e dopo nascosero il cadavere in un bosco.
Eaco scoperto l’assassinio, non volendo a sua volta uccidere i figli, li scacciò via da Egina. Peleo andò in esilio in Tessaglia a Ftia presso il re Eurizione che lo purificò, gli diede in sposa la figlia e un terzo del regno.
Assieme al suocero Eurizione partecipò alla caccia del cinghiale Calidonio.
Durante la battuta di caccia Peleo, nel mirare al cinghiale, con la sua lancia sbagliò il colpo e uccise involontariamente Eurizione.
Il nostro uomo fu bandito anche da Ftia, e si rifugiò a Iolco, presso AcastoFamoso cacciatore e uno degli Argonauti, figlio di re di Iolco, nella Tessaglia. Quando Giasone, obbedendo al comando di Iolco, gli ebbe consegnato il Vello d'oro, Iolco non volle più mantenere la promessa di cedergli il trono ; e allora Medea famosa maga che,... Leggi, che lo purificò.
Ma qui qualcosa non funzionò, infatti AstidamiaMoglie di Acasto che invaghitasi di Pèleo fu da lui respinta, lo accusò davanti al marito di averla insidiata. Pèleo per evitare di essere ucciso per adulterio, ammazzò la triste coppia.... Leggi, moglie di Acasto, si innamorò di lui e lo invitò a dei convegni amorosi.
Peleo rifiutò tutte le offerte amorose e la donna, non potendolo sedurre, lo denunciò al marito dicendogli che aveva tentato di corromperla.
Acasto non volendo uccidere la persona che egli stesso aveva purificato, lo condusse sul monte Pelio a una battuta di caccia, fattosi buio Peleo si addormentò e così Acasto dopo avergli sottratto le armi lo abbandonò dormiente.
Peleo fu svegliato dai Centauri CentauriErano per metà uomini (dalla cintola in su) e per metà cavalli; abitavano sul monte Pelio, nella Tessaglia. Famosi Chirone, maestro d'Achille, Folo e Nesso, personaggi del mito di Eracle. Alle nozze di Piritoo e Ippodamia i centauri vennero a rissa coi Lapiti che... Leggi che l’avrebbero certamente ucciso se non fosse intervenuto Chirone Era il più famoso e sapiente dei Centauri, figlio di Crono e di Filira figlia di Oceano (quindi fratellastro di Zeus). Partecipava spesso alle cacce con Artemide e da essa apprese la conoscenza della medicina e delle erbe medicinali. Fu maestro di Asclepio, Bacco,... Leggi a salvarlo.

Peleo e la divina TetiPeleo ebbe diversi figli da diverse spose mortali, e l’ultima sua sposa fu la dea Teti.
Zeus e Poseidone Figlio di Crono e di Gea, fratello di Zeus e di Ade. A lui toccò la signoria del mare, comprese le coste e le isole ed essendo la terra territorio franco non disdegnava prendere qualche proprietà. Abitava in un palazzo in fondo agli abissi... Leggi si erano disputati la mano di Teti; ma quando Themis aveva profetizzato che da Teti sarebbe nato un figlio molto più forte del padre e che sarebbe diventato re del cielo, entrambi si erano ritirati.
Ma seppure gli dèi si erano bonariamente ritirati, restava il pericolo che qualche altro dio avrebbe potuto generare un figlio con Teti e quindi mettere a repentaglio la loro figura divina.
Allora costrinsero Teti a sposare un mortale e per questo la scelta cadde su Peleo.
Chirone aveva consigliato a Peleo di afferrare Teti e tenerla ben stretta anche se la dea avesse assunto strane forme, finché questa non avesse ceduto.
Così Peleo la tenne stretta, Teti si trasformò in fuoco, in acqua, in belva e mentre aveva assunto la forma di seppia Peleo la fece sua.
Dopo essersi unito alla dea sul monte Pelio celebrarono il dovuto matrimonio riparatore.
Passato il tempo la dea gli partorì il figlio Achille, avverandosi così l’oracolo che il figlio sarebbe divenuto molto più potente del padre.
Per approfondimenti: Omero, IliadePoema epico dell'antica civiltà greca, del sec. VIII a.C. composto da Omero, in 24 canti o libri di complessivi 15.693 esametri in dialetto jonico. Racconta i fatti dell'ultimo mese e mezzo della decennale guerra di Ilio o Troia; il sorgere dell'ira di Achille verso... Leggi XVIII, 83 ss. e 432 ss.; Pindaro, Nemee 4, 61 ss.; Euripide, Ifigenia Figlia di Agamennone e di Clitennestra, nel momento in cui il padre stava per sacrificarla ad Artemide fu dalla stessa dea sostituita con una cerva ed assunta fra le sue sacerdotesse.... Leggi in Aulide 701 ss.; Apollonio Rodio, Argonautiche 4, 805 ss..


Crediti

   • Πηλεύς •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Re di Ftia in Tessaglia, figlio di Eaco, padre di Achille, sposo mortale della dea TetideUna delle numerose Nereidi, figlia di Nereo e di Doride; sposa di Peleo e madre di Achille, è una divinità minore legata al mondo marino. Ha un ruolo importante in tutta l'Iliade, dal primo all'ultimo canto, in cui cerca di aiutare e proteggere suo... Leggi, partecipa all’impresa degli Argonauti.
Bosshardt (Die Nomina auf -ευς, § 295) e Carnoy (DEMGR) fanno derivare questo nome da quello del monte Πήλιον in Tessaglia, cfr. anche Von Kamptz, Homerische Personennamen p. 300. Perpillou (Les substantifs grecs en -ευς, § 204) non accetta questa interpretazione, perché ritiene che in tal caso il nome sarebbe dovuto essere *Πηλιεύς (non adattabile però all’esametro), e propone di vedere in Πηλεύς l’equivalente eolico di *Τηλεύς negli altri gruppi dialettali, con la comune uscita in -ευς degli antroponimi greci; significherebbe dunque “venuto da lontano”; (cfr. anche Room, Room’s Classical Dictionary, p. 232). In Hom. Batrachom. v. 19 compare una rana chiamata Πηλεύς, il cui nome è derivato in questo caso da πηλός, “argilla, fango”, col significato quindi di “Fangoso”, probabilmente una creazione etimologica parodistica.


Crediti

   • Πηλεύς •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il giudizio di Paride
28% MediaMitologiaSergio Parilli
Quando Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi, la dea dell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi e della bellezza, arrivò all’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi tutti gli dèi la accolsero con un applauso, solo due dee non si unirono a quell’applauso: Hera Antica divinità lunare venerata ad Argo; più tardi, ma molto prima di Omero, considerata regina del cielo. Come tale la si ritenne figlia di Crono e di Rea, fu la terza ad essere stata ingoiata dal padre. Fu madre di Ares, di Ilizia, di... Leggi ed Atena AtenaEra figlia di Zeus e di Metis. Così come aveva fatto Crono anche Zeus divorò la moglie incinta in modo di avere sempre con sè la consigliera. finita la gestazione Zeus avrebbe partorito la figlia dalla testa. Efesto funse da ostetrico spaccandogli la testa... Leggi. Le due dee erano gelose della bellezza di Afrodite, fino ad allora erano loro l⋯
Non devi dimenticare nulla
23% Philip RothSchiele Art
Poi, cinque o sei settimane dopo, verso le quattro del mattino, avvolto in un bianco sudario venne a rimproverarmi. Disse: Avrei dovuto indossare un vestito. Hai fatto la cosa sbagliata. Mi svegliai urlando. Tutto ciò che faceva capolino dal sudario era i⋯
Mi svegliai urlando
23% Philip RothSchiele Art
Poi, cinque o sei settimane dopo, verso le quattro del mattino, avvolto in un bianco sudario venne a rimproverarmi. Disse: “Avrei dovuto indossare un vestito. Hai fatto la cosa sbagliata”. Mi svegliai urlando. Tutto ciò che faceva capolino dal sudario era⋯
Nome e data di nascita
20% Jonathan FranzenSchiele Art
A Pip non importava niente di arrivare a conoscere suo padre, sua madre le bastava e avanzava, ma riteneva che lui le dovesse dei soldi. I centotrentamila dollari del suo debito studentesco erano molti meno di quelli che aveva risparmiato non mantenendola⋯
Rewind
18% Kurt VonnegutLibri
Billy guardò l’orologio sul fornello a gas. Aveva un’ora da passare prima che arrivasse il disco volante. Andò nel soggiorno, dondolando la bottiglia come una campanella per il pranzo, e accese la televisione. Cominciò a perdere la nozione del tempo, vide⋯