Sorella di Dedalo, madre di un Tàlos (Hellan. Fr. 169 Fowler = Schol. Eur. Or. 1648) o Kàlos (Apollod. Bibl. 3, 15, 9; secondo alcune fonti si sarebbe chiamato anche lui Perdice), giovane che apprese dallo zio materno il mestiere di artigiano. Secondo un frammento di Sofocle (Fr. 323 P.) riportato dal Lex. Suda (s. v. Πέρδικος ἱερόν, pi. 1042. 1-5), Perdice – Kalos sarebbe stato gettato giú dall’Acropoli di Atene dal grande artigiano, geloso di lui perché avrebbe inventato la sega (Apollod. Bibl. ibidem, Pausan. 1, 21 4; 26 4); e il compasso (Ovid. Metam. 8, 247-249), il cesello, e persino la ruota del vasaio (Diod. Sic. Bibl. 4, 76, 4-7), ispirandosi a una spina di pesce o a una mandibola di serpente; Atena lo avrebbe salvato trasformandolo in uccello, appunto la pernice (Ovid. Metam. 8, 250-259), nel momento in cui Dedalo Ateniese che era un genio paragonabile a Leonardo da Vinci. Un certo Talo, suo allievo inventò la sega ed il trapano, allora Dedalo, ingelosito lo uccise, condannato all'esilio per questo reato, si rifugia a Creta presso re Minosse. La costruisce la finta mucca, che... Leggi lo fece precipitare dall’Acropoli. La storia rientra nelle tradizioni di metamorfosi relative alla ricerca degli heuretài, i primi inventori di strumenti artigianali o di altre innovazioni.
Il nome significa “pernice”, perdix (caccabis) graeca (D’Arcy Thompson s. v.); sembra potersi riferire al rumore della levata in volo di questo volatile, che ricorda il rumore del flato corporale (umano), espresso in greco con il verbo ἀπο-πέρδομαι, “emettere un peto”. Il suffisso -ik- è servito spesso a formare nomi di animali (Chantraine, DELG, s. v. πέρδιξ).

Crediti
   •  Πέρδιξ  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Magari non era amore
13% Richard YatesSchiele Art
Magari non era amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, ma nessuno dei due avrebbe potuto persuadersi del contrario perché continuavamo a ripeterci a vicenda, e a noi stessi, che lo era. Per quanto litigassimo spesso, i film avevano dimostrato più volte che l’amore era così. Non potevamo ⋯
Piccole cose molto importanti
13% ArticoliVittorio Arangio Ruiz
Oggi, nella scuola moderna, il lavoro di gruppo prevale sulla prova individuale ed è raro che il ragazzo sia chiamato a lavorare solo. Quando però questo è richiesto da esigenze di esame, la copiatura è frode. Arangio Ruiz racconta una sua esperienza e da⋯
Il giudizio del prossimo
13% Arthur SchopenhauerPercorsi
Il sapere non si compra, né si relativizza all’immediato: Sarebbe bene comprare libri, se insieme si potesse comprare il tempo per leggerli, ma di solito si scambia l’acquisto di libri per l’acquisizione del loro contenuto, spiega Schopenhauer.La salvezza⋯
Delitto sessuale?
13% Karl KrausPsicologia
I rapporti con gli animali sono proibiti, il macello degli animali è permesso. Ma nessuno ha ancora riflettuto sul fatto che potrebbe trattarsi di un delitto sessuale? • Karl Kraus • • • • • Pinterest • Pablo Picasso •
La dimensione del meraviglioso
12% Hokusai KatsushikaPercorsi
Dall’età di sei anni ho la mania Così erano chiamate le Erinni. Mania era la personificazione della pazzia.... Leggi di copiare la forma delle cose, e dai cinquant’anni pubblico spesso disegni. Tra quel che ho raffigurato in questi settant’anni, non c’è nulla degno di considerazione. A settantatré ho un po’ intuito l’essenza della strutt⋯