1. guerriero etòlo dell’esercito acheo, figlio di Ochesio, di alta statura (πελώριος); viene ucciso dal dio Ares in persona, il quale si accinge a spogliarlo delle armi, quando viene aggredito da Atena e ferito al ventre da Diomede: Hom. Il. 5, 842-843 e 847; 2. personaggio troiano, figlio dell’araldo Epito, anche lui araldo; Apollo assume le sue sembianze per esortare Enea alla battaglia; Hom. Il. 17, 323-326. Il nome è abbastanza diffuso, per esempio: 3. padre di una moglie di Edipo, Eurigàneia; Pherec. Fr. 95 Fowler (= Schol. Eurip. Phoen. 53, = Fr. 107 Dolcetti); 4. uno dei figli di Aigyptos (Egitto), giunti ad Atene inseguendo le Danaidi, e trucidati dalle fanciulle la notte delle nozze. La sua sposa era Actea (Aktàie); Apollod. Bibl. 2, 1, 5, nel Catalogo delle Danaidi e dei loro sfortunati mariti. 5. Uno dei pretendenti di Penelope Originaria di Sparta, era la moglie di Ulisse di cui per venti anni (dieci di guerra e dieci per il ritorno) attese il ritorno. Assediata da una schiera di pretendenti, seppe tenerli astutamente a bada con la scusa di voler prima terminare di tessere... Leggi, faceva parte dei 44 che provenivano dall’isola di ZacintoEroe figlio di Dardano troiano, eponimo dell'isola (ἡ Ζάκυνθος), poiché - si racconta - vi approdò per primo, venendo da Psofide in Arcadia (Pausan. 8, 24, 3), per cui si chiamò appunto Psofide l'acropoli della città (Strab. 10, p. 458). È analizzabile come Ζακ-... Leggi, tra i 124 elencati in Apollod. Epit. 7, 29. Molti altri personaggi minori portano questo nome.
In modo analogo a Perifete, del quale si può ritenere una forma abbreviata, è un composto della preposizione περὶ-, nel significato superlativo di “molto” e di -φημί, “parlare” e potrebbe significare “loquace”, che “parla molto” (Von Kamptz, Homerische Personennamen § 16 g, p. 57; Wathelet, Dictionn. des Troyens, p. 880-882), o anche “valente oratore nell’assemblea”.

Crediti
   •  Περίφας  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Istituzioni politiche
16% AristotelePolitica
È naturale che non sia una novità per chi si occupa di filosofia della politica la divisione in classi – quella dei guerrieri e quella dei contadini – del corpo della cittadinanza. Questo ordinamento vige tuttora in Egitto, dove fu stabilito da Sesostri, ⋯
Cielo oltre il mare
15% Quinto Orazio FlaccoSchiele Art
Un’inquietudine impotente ci tormenta, e andiamo per acque e terre inseguendo la felicità. Ma ciò che insegui è qui, se non ti manca la ragione. Chi va oltre il mare muta cielo, non animo.
Figura di danza ben riuscita
14% FrammentiMarguerite YourcenarSchiele Art
A volte si vive per anni con degli amici, è un’occasione rara. Altri amici vanno e vengono a seconda delle loro occupazioni o noi delle nostre. Alcuni stanno con noi mesi, giorni o solamente poche oreFiglie di Zeus e di Temi, in origine divinità della natura e dell'ordine, delle stagioni e delle piogge, più tardi connesse anche al concetto della Giustizia. Furono talvolta identificate con le Cariti (le Grazie) e chiamate Auxo e Carpo, nomi alludenti alla semina, alla... Leggi, ma ogni Wall-E, l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, del quale ha un po’ la stess⋯
Controllare il proprio destino
14% Francis Scott FitzgeraldLibri
La maggior parte di noi si accontenta di esistere, riprodursi e lottare per il diritto di fare entrambe queste cose, e l’idea dominante, il tentativo condannato al fallimento di controllare il proprio destino, è riservata a pochi, fortunati o sfortunati c⋯
Il sapere è un enigma
13% Jacques LacanSchiele Art
Questo enigma ci viene resoEroe tracio che combattè al fianco dei Troiani nella guerra di Troia (Hom. Il. 10, 434 ss.). Secondo Carnoy (DEMGR) il nome era rezos, forma trace per il latino rex, dall'indoeuropeo *rego-s, che in greco non è sopravvissuto: in trace la -g palatale si... Leggi presente dall’inconscio quale si è rivelato attraverso il discorso analitico. Esso si enuncia così: per l’essere parlante il sapere è ciò che si articola. Si sarebbe potuti accorgersene da un bel pezzo, dal momento che, nel tra⋯