In Omero, è: 1. un compagno di Odisseo; Hom. Od. 11, 23, compie con Euriloco i sacrifici prima dell’evocazione dei morti, e in Hom. Od. 12, 195-196, sempre con Euriloco lega Odisseo all’albero perché possa ascoltare il canto delle Sirene. 2. In Il. 15, 515 è padre di Schedio 2. del contingente focese. Altri con questo nome: 3. un Centauro in Hesiod. Scut. 187, nel “Catalogo” dei Lapiti e dei Centauri effigiati sullo Scudo di Eracle, vv. 1178-190. 4. un figlio di Euristeo, ucciso dagli Ateniesi che volevano proteggere i figli di Eracle (Apollod. Bibl., 2, 8 1); 5. Al femminile, Περιμήδη è una figlia di Eolo e di Enarete, si unisce col dio fluviale Acheloo e genera Ippodamante e un Oreste (Apollod. 1, 7, 3). Formato da περὶ- intensivo e -μήδομαι, significa “ricco di intelligenza”, “Dai molti progetti” (cfr. von Kranptz, Homerische Personennamen § 16 g, p. 57). Già presente nel greco miceneo, gen. pe-ri-me-de-o, PY Sn 64, 7; nom. PY An 656, 12, pe-ri-me-de.

Crediti
   •  Περιμήδης  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Rappresentazione primitiva della madre
16% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Figli della brama
12% Khalil GibranSchiele Art
I vostri figli non sono i vostri figli. Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di sé. Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro, e benché stiano con voi non vi appartengono.
Livello di non-consapevolezza
12% Aldo CarotenutoPsicologia
Esiste una legge psicologica per la quale nella relazione ci si sintonizza soprattutto sugli aspetti inconsci del partner. Più profondo è il rapporto, più è presente il livello di non-consapevolezza verso questi aspetti della personalità, e maggiore sarà ⋯
Gettati al futuro
11% Blaise PascalFilosofia
Noi non ci atteniamo mai al presente. Anticipiamo l’avvenire come troppo lento a giungere, quasi per affrettarne il corso; oppure ci ricordiamo il passato, per fermarlo come troppo fugace. Il presente non è mai il nostro fine; il passato e il presente son⋯
Rivivere i ricordi
10% FrammentiSerge Quadruppani
Noi che siamo nel tempo, non conosceremo mai il sentimento di perfezione dell’istante immobile: possiamo dire che viviamo all’imperfetto. Mentre quei due là, non rivivono dei ricordi, sono usciti dal tempo, vivono al presente, per sempre, al presente! • S⋯