1. Figlio di Egitto (Àigyptos) e della Naiade Caliadne, uno dei 50 infelici mariti delle Danaidi, scannati nella prima notte di nozze, Apollod. Bibl. 2, 1, 5 (19). 2. Figlio di Damastore, un discendente di Amimone e di Posidone, Pherec. Fr. 4 e 10 Fowler (= Schol. Apoll. Rh. 4, 1091), padre dei fratelli dell’isola di Serifos DittiFratello di Polidette, tiranno dell'isola di Serifo; afferrò e portò a riva con la sua rete il cofano (làrnax) nel quale erano rinchiusi Danae e Perseo (Apollod. Bibl. 1, 9, 6). Il nome, collegato con questa vicenda mitica, deriva da δίκτυον, "rete".... Leggi e Polidette.
Semplice composto della preposizione περὶ e di σθένος, “forza”, e significa “dotato di molta forza”, cfr. Plistene, Megastene, etc.; Etym. Magnum 664, 42-43: Περιττῶς τῷ σθένει χρώμενος, “che usa la forza in modo straordinario”.

Crediti
   •  Περισθένης  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Ingegno fantastico
22% Edgar Allan PoeFrammenti
Le facoltà mentali che definiamo analitiche non sono di per sé facilmente analizzabili. Possiamo solo apprezzarle dai risultati. Sappiamo inoltre che possedere in modo straordinario queste facoltà significa disporre di una delle più vive fonti di piacere.⋯
Valore del ricordo
15% Corrado AlvaroSchiele Art
Quando uno lascia un paese, tutte le cose acquistano prima della partenza un valore straordinario di ricordo, e ci fanno pregustare la lontananza e la nostalgia. • Corrado Alvaro • • Gente in Aspromonte • • Egon Schiele • •
Ho sprecato le mani
15% Charles BukowskiSchiele Art
Ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi dotato, sono dotato. A volte mi guardo le mani e mi rendo conto che sarei potuto diventare un grande pianista o qualcosa del genere. Ma che cos’hanno fatto, le mie mani? Mi hanno grattato le palle, hanno scritto assegni, hanno allacciato le scarpe, ha⋯
Amplificazione della sragione classica
14% DisegniMichel Foucault
Il Goya della Casa del Sordo s’indirizza alla follia dell’uomo gettato nella sua notte… Questa follia che unisce e separa il tempo, che curva il mondo nel cerchio di una notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, questa follia così estranea all’esperienza che le è contemporanea, non trasmet⋯
Precludere il presente
14% Alain JouffroyPercorsi
Considero il mondo esterno come la chance di ogni individuo. Gli occorre però abolire prima la propria censura per inseguirla. Che cosa significa? Censurarsi, questo è impedirsi di vedere, impedirsi di aspettare, come diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi Schlegel, che qualcosa di straor⋯