Figlia di UranoFiglio e sposo di Gea, padre dei Titani, dei Ciclopi e degli Ecatonchiri. Il figlio Crono per spodestarlo si armò di una falce e nascostosi evirò Urano mentre stava per accoppiarsi con Gea; dal sangue uscito Gea concepì le Erinni, i Giganti e le... Leggi e di Gea Dea primigenia della Terra, nata dal Caos, generò da sola Urano e il Ponto. Veniva venerata come divinità della terra e dei morti, considerato che i morti ritornano alla terra. Era raffigurata a mezza figura uscente dal suolo.... Leggi e sposa di Crono I latini lo identificarono con Saturno, era il più giovane dei Titani. Sua sposa fu Rhea (Opi per i romani), nota anche col nome di Cibele, dal nome della dea frigia chiamata Madre degli déi o Grande Madre. Figlio di Urano (il cielo) e... Leggi, fu madre di Demestra, Era, Estia EstiaDea del focolare domestico. Era la prima figlia di Crono e di Rea, quindi sorella maggiore di Zeus. Il suo culto è uno dei più semplici ed è quasi privo di leggende. In uno dei pochi episodi si narra che, corteggiata da Poseidone e... Leggi, Ade Col significato di invisibile i Greci chiamavano la divinità che regnava sull'oltretomba e l'oltretomba stesso. Il dio Ade era anche chiamato Plutone nome più usato. Grandi sono le porte dell'Ade (solo per entrare, impossibile l'uscita) e alla sua guardia sta Cerbero. Nell'Ade scorrono quattro... Leggi, Poseidone Figlio di Crono e di Gea, fratello di Zeus e di Ade. A lui toccò la signoria del mare, comprese le coste e le isole ed essendo la terra territorio franco non disdegnava prendere qualche proprietà. Abitava in un palazzo in fondo agli abissi... Leggi e Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi.


Crediti

   • Ῥέα •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
ReaTitanide Figlia di Urano e di Gèa, moglie di Ceo e madre di Latona e di Asteria. Un'altra Febe è figlia di Leda e sorella di Elena. Febe è anche un soprannome di Artemide.... Leggi figlia di Urano e di Gea, sorella e sposa di Crono, fu madre di Demetra DemetraNota presso i Romani col nome di Cerere, apparteneva alla prima generazione divina degli dei Olimpi, come i fratelli Zeus, Ade e Poseidone e le sorelle Era ed Estia. Era quindi figlia di Crono, che la inghiottì come secondo (infatti la il primo piatto... Leggi, Era, Estia, Ade, Poseidone e Zeus.
Rea, incinta dell’ultimogenito Zeus, stanca di vedere tutti i suoi figli divorati dallo sposo, dopo avere generato il figlio gli presentò una pietra avvolta da fasce.
Così il Titano divorò la pietra mentre Zeus fu nascosto in una grotta a Creta dove visse sino al momento in cui costringerà il padre con un potente emetico a rigettare i fratelli.
Il culto di Rea si fuse con quello della Grande Madre Cibele.
La dea accolse e guarì dalla follia Dioniso Nome del dio del vino e dell'estasi mistica, figlio di Zeus e di Semele (Hes. Theog. 940-42). Attestato in miceneo come teonimo associato con Zeus in tavolette cretesi (Khanià) di-wo-nu-so, dat., e al genitivo a Pilo; cfr. L. Godart e Y. Tzedakis, Les nouveaux... Leggi a cui insegnò i riti estatici che poi il dio diffuse per il mondo.
Secondo un mito dell’Arcadia, Rea riuscì a gabbare Crono anche per il neonato Poseidone che nascose in un gregge di agnelli e al suo posto offrì a Crono in pasto un cavallo.
Rea insegnò a Enone Ninfa che aveva appreso da Apollo l'arte medica, figlia del dio fluviale Enèo. Era l'amante di Paride quando questi era ancora sconosciuto. Abbandonata da Paride per Elena, si ritirò sul monte Ida e quando gli portarono l'eroe mortalmente ferito, per l'odio che covava si... Leggi l’arte della profezia.

E Rea, congiunta a Crono, die’ a luce bellissimi figli,
Istia, Demètra, ed Era, la Diva dall’aureo calzare,
Ade ch’à sotto la terra la casa, dall’animo forte,
cuore spietato, ed Enosigèo che profondo rimbomba,
e Giove ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi, saggia mente, degli uomini padre e dei Numi,
sotto il cui tuono tutta si scuote l’ampissima terra.
Ma l’inghiottiva, come ciascuno dall’utero sacro
su le ginocchia della sua madre cadesse, il gran Crono,
che questo in mente aveva, che niun dei mirabili Uràni
fra gl’Immortali avesse l’onore del regno: ché aveva
saputo dalla Terra, da Uràno fulgente di stelle,
ch’era per lui destino soccombere al proprio figliuolo.
Per questo, ad occhi chiusi non stava: vegliava; ed i figli
suoi divorava. E Rea si struggea d’amarissima doglia (Esiodo, Teogonia).

Curiosità del mito col termine golfo di Rea (κόλπος Ῥέας) veniva indicato il mar IonioEroe eponimo del Mar Ionio, di stirpe illirica (Theopomp. fr. 128 a, F.Gr.Hist. apud Schol. ad Apollon. Rhod. Argon. 4, 308). Il nome di questo mare è stato ricollegato già da Eschilo (Prom. 840) a Ἰώ, la fanciulla-giovenca che lo attraversò a nuoto; Beaumont... Leggi.


Crediti

   • Ῥέα •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Figlia di Gaia ed Urano, sposa di Crono (Hes. Theog. 453 ss.).
Questo nome è piuttosto difficile da interpretare. Alcune ipotesi sono state fatte da Room (Room’s Classical Dictionary, p. 268): potrebbe derivare dal verbo ῥέω, “scorrere”; oppure, dato che si tratta di una divinità della terra, essere associato con quello di Era e derivare da ἔρα, “terra”, ipotesi che appare indimostrabile. Secondo Carnoy (DEMGR) il nome potrebbe essere un epiteto della terra, dall’indoeuropeo *ueru, greco εὐρύς, “largo”, quindi significherebbe “estesa”.


Crediti

   • Ῥέα •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Nome e data di nascita
23% Jonathan FranzenSchiele Art
A Pip non importava niente di arrivare a conoscere suo padre, sua madre le bastava e avanzava, ma riteneva che lui le dovesse dei soldi. I centotrentamila dollari del suo debito studentesco erano molti meno di quelli che aveva risparmiato non mantenendola⋯
Il mito degli Androgini
20% AristofaneMitologia
È il mito delle due metà raccontato da Aristofane, che era uno dei commensali nella cenetta (simposio) che Platone organizzava tra i suoi amici. Si lavavano le mani, si mangiava, si beveva del nettareBevanda degli dèi, che dava l'immortalità a chi la beveva.... Leggi (sciroppo di vino – una volta era molto denso e dolce)⋯
Capire cos’è la sofferenza
20% Milan KunderaSchiele Art
Franz aveva dodici anni quando il padre abbandonò la madre all’improvviso. Il ragazzo intuì che era accaduto qualcosa di grave, ma la madre velò il dramma dietro parole misurate e neutre, per non turbarlo. Quello stesso giorno erano andati in città e Fran⋯
Rappresentazione primitiva della madre
20% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Lo scudo di Perseo
18% LibriMaria StellaMitologia
Gli antichi greci raccontavano tante storie su Perseo Figlio di Danae e di Zeus e nipote di Acrisio re di Argo. Dato che Polidette considerava d'impaccio per le sue intenzione poco oneste nei confronti di Danae pensò di toglirselo dai piedi spingendo il giovane ad imprese impossibili. Perseo con l'incoscienza della gioventù... Leggi, ma certamente quella che amavano di più era quella in cui il figlio di Zeus e Danae Unica figlia di Acrisio re di Argo e di Euridice. Acrisio avendo avuto dallo oracolo di Delfi la predizione che un giorno sarebbe stato ucciso dal nipote, egli rimediò chiudendo la figlia in una cella sotterranea con la sola compagnia di una ancella, sicuro... Leggi riusciva a tagliare la testa a Medusa Una delle Gorgoni, l'unica mortale delle tre, figlia delle divinità marine Forco e Cheto. Era in origine una bella fanciulla, ma le sue chiome vennero tramutate in serpenti da Atena che volle punirla per essersi concessa a Poseidone in uno dei templi dedicati alla... Leggi, la terribile creatura che aveva delle serpi al posto dei capelli e rendeva di⋯