Nome di un Beota, che fondò l’oracolo dell’eroe Trofonio (Pausan. 9, 40, 2).
Secondo Carnoy (DEMGR) potrebbe forse derivare da σάος, contr. σῶς, “sano e salvo, in buona salute”.

Crediti
   •  ΣανάπηAmazzone che scampò al massacro di Eracle, eponima della città di Sinope sul Mar Nero. Nel dialetto della Paflagonia il nome significherebbe "ubriaca", data la sua passione per il vino (Schol. ad Apoll. Rhod. Argon. 2, 946); il nome sarebbe stato poi corrotto in... Leggi  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Per essere felici
17% Gustave FlaubertSchiele Art
Tre cose occorrono per essere felici: essere imbecilli, essere egoisti e avere una buona salute. Ma se vi manca la prima tutto è finito.
Questa salute non è una vera salute
16% PsicologiaRonald David Laing
L’individuo che fa l’esperienza trascendentale della perdita dell’ego può o non può perdere l’equilibrio, in diversi modi. Può allora essere considerato come pazzo. Ma essere pazzo non è necessariamente essere malato, anche se nel nostro mondo i due termi⋯
Onorare la semplicità
16% Hung Ying-mingSchiele Art
Essere oltremodo interessato ai tuoi doveri è una bellissima virtù, ma importi troppi sacrifici per assolvere tutti i tuoi doveri non è un comportamento né sano per la tua salute né consono alla natura umana. Onorare la semplicità ed essere distaccato dal⋯
Anche una non-risposta
13% DisegniSaul Steinberg
L’arte è una sfinge Esistono due Sfingi: quella egizia e quella greca. La prima rappresenta la potenza regale del faraone ed è un monumento funerareo formato da un corpo leonino e dal volto del Faraone. La Sfinge greca invece è un mostro alato col corpo mezzo di donna... Leggi: il bello della sfinge è che devi interpretarla. Quando hai trovato un’interpretazione, sei già salvo. L’errore della gente è credere che la sfinge possa dare solo una risposta esatta. In realtà ne dà cento, mille, forse nessuna. Può d⋯
Osiamo esplodere!
12% Emil CioranSchiele Art
Qualunque malessere è più sano di quello provocato da una rabbia accumulata.