1. Capo di un contingente licio che combatte a fianco dei Troiani (Hom. Il. 2, 876, etc.), e anche:
2. nome di un eroe del ciclo cretese, figlio di Zeus ed Europa, fratello di Minosse e Radamanto (Apollod. Bibl. 2, 1, 1 ss.) e di MinosseFiglio di Zeus e di Europa. La madre dopo essere stata abbandonata da Zeus sposa Asterio re di Creta, alla morte di costui pretese la successione al trono, perciò prego Poseidone che gli mandasse egli stesso la vittima da sacrificare per la sua incoronazione,... Leggi.
Per quanto riguarda l’etimologia di questo nome, Carnoy (DEMGR) riporta alcune ipotesi:
1) che derivi dall’indoeuropeo *serw-, “servire, proteggere”; in licio la -w diventa -b oppure -p .
2) Dall’indoeuropeo *ker, “rompere, abbattere” (in licio -k diventa -s ), visto che si tratta di un guerriero.
3) Dall’indoeuropeo *serp, “tagliare con un’arma curva”. A questo proposito Von Kamptz (Homerische Personennamen, p. 160) propone una derivazione da ἅρπη, “falce”: il nome significherebbe allora “l’uomo con la falce”. Wathelet (Dictionnaire des Troyens de l’IliadePoema epico dell'antica civiltà greca, del sec. VIII a.C. composto da Omero, in 24 canti o libri di complessivi 15.693 esametri in dialetto jonico. Racconta i fatti dell'ultimo mese e mezzo della decennale guerra di Ilio o Troia; il sorgere dell'ira di Achille verso... Leggi, p. 976) nota però che niente di ciò che sappiamo di Sarpedone confermerebbe una tale spiegazione, e suppone si tratti di un nome di origine preellenica. L’uscita è in -δο-, combinata con un suffisso nasale e un ampliamento in -η, esistente in pochi nomi (Chantraine, La formation, p. 360 ss.). Boisacq (Dict. ét. l. gr., p. 81) propone invece di collegarlo col verbo ἁρπάζω, “strappare, rapire”, e intenderebbe quindi “il rapitore”. (MYTH. HOM: Jenny Strauss Clay, Sarpédon Aristos Heroon, GAIA Dea primigenia della Terra, nata dal Caos, generò da sola Urano e il Ponto. Veniva venerata come divinità della terra e dei morti, considerato che i morti ritornano alla terra. Era raffigurata a mezza figura uscente dal suolo.... Leggi 12, 2008-2009, pp. 15-27).
Considerato principe di Creta e fratello minore di Minosse e RadamantoRe di Creta, figlio di Europa e di Zeus, uno dei tre giudici nel mondo degli Inferi. È citato già nell'Elisio in Hom. Od. 4, 564 (cfr. anche 7, 323) con l'epiteto ξανθός. Fu un uomo onesto, giusto, redasse con saggezza la legislazione cretese,... Leggi. Entrò in conflitto con Minosse, per la successione al trono di Creta alla morte di AsterioneNome di un re di Creta che sposò Europa e ne ebbe numerosi figli (Apollod. Bibl. 3, 1, 2), chiamato anche Asterio. Deriva da ἀστήρ, "stella"; è tratto da ἀστέριος, appellativo cretese di Zeus. Significa dunque "stellato".... Leggi. Nell’Iliade, Sarpedonte è considerato di origine Licia e come tale alleato dei Troiani.

Crediti
   •  Σαρπηδών  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Istituzioni politiche
20% AristotelePolitica
È naturale che non sia una novità per chi si occupa di filosofia della politica la divisione in classi – quella dei guerrieri e quella dei contadini – del corpo della cittadinanza. Questo ordinamento vige tuttora in Egitto, dove fu stabilito da Sesostri, ⋯
Soli nel deserto
17% Antoine de Saint-ExuperySchiele Art
«Dove sono gli uomini?» riprese infine il piccolo principe. «Si è un po’ soli nel deserto…» «Lo si è anche tra gli uomini» disse il serpente. • Antoine de Saint-Exupéry • • Il piccolo principe • • Egon Schiele • •
Riempire di bellezza
16% Jean-Michel BasquiatSchiele Art
Mia madre mi raccontava una storia o era un sogno? C’era un piccolo principe con una corona magica e uno stregone cattivo lo rapì, lo rinchiuse dentro una cella in una torre e gli tolse la voce. C’era una finestra con le sbarre e il principe cominciò a sb⋯
Cinquantatré minuti da spendere
16% Antoine de Saint-ExuperyLibri
“Buongiorno”, disse il piccolo principe. “Buongiorno”, disse il mercante. Era un mercante di pillole perfezionate che calmavano la sete. Se ne inghiottiva una la settimana e non si sentiva più il bisogno di bere. “Perchè vendi questa roba?”, disse il picc⋯
L’identità pensiero-essere
15% FilosofiaGiovanni Romano Bacchin
Che pensare ed essere sono uno non può voler dire che l’essere viene pensato come uno con il pensiero, ma appunto in qualche modo viene “pensato”, ma che viene pensata nell’essere (=nel pensiero) questa loro identità, la quale in tanto è pensata in quanto⋯