Popolo favoloso, situato in Libia o in Etiopia (Hecat., FgrHist 327 Jacoby , apud Steph. Byz. s. v.), in India (Philostr. Vita Apollon. 3, 47, che considera mere invenzioni le notizie attribuite allo Ps. Scilace di Carianda), o anche altrove. Avevano una sola gamba e un solo piede smisurato, o secondo altri (Schol. ad Aristoph. Aves 1553, che li colloca “presso l’OceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi occidentale”) due piedi enormi, con uno dei quali si facevano ombra e riparo contro la vampa del sole.
Etimo semplice, significa semplicemente “ombra dal piede”, “che si fa ombra col piede”, da σκιά, “ombra”, e ποῦς, “piede”, con formazione analoga a τετράπους, “quadrupede”.

Crediti
   •  Σκιάποδες  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La chimera nel cassetto
23% Aldo BusiFrammenti
Relazioni mancanti di partner scarpe singole, mai spaiate, ogni individuo come con una gamba sola, costretto a credere di averne due per comperarne un paio e vivere in funzione di quell’altra non indossata né indossabile, la chimera Mostro favoloso, figlia di Idra, poi partorí Chimera, che fuoco spirava, che immane era, tremenda, veloce nei piedi, gagliarda. Essa tre teste aveva: la prima di fiero leone, l'altra di capra, la terza di serpe, d'orribile drago (Esiodo, Teogonia). Fu uccisa da Bellerofonte. Vomitava... Leggi nel cassetto, sempre a⋯
Fluttuo per l’aria
19% PoesieSchiele ArtSylvia Plath
Non è facile dire il cambiamento che operasti. Se adesso sono viva, allora ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi morta anche se, come una pietra, non me ne curavo e me ne stavo dov’ero per abitudine. Tu non ti limitasti a spingermi un po’ col piede, no- e lasciare che rivolgessi il mio pi⋯
Il punto zero del mondo
17% Michel FoucaultSchiele Art
Il mio corpo, in realtà, è sempre altrove. È legato a tutti gli altrove del mondo. E, a dire il vero, è altrove solo nel mondo. Perché è intorno a esso che le cose si dispongono, è rispetto a esso, e rispetto a esso come rispetto a un sovrano, che ci sono⋯
Le promise l’amato
17% Dino BuzzatiSchiele Art
La ragazza innamorata soffriva tanto, che perfino il demonio se ne impietosì. Andò da lei e le promise l’amato. A una sola condizione: che mai, mai, per tutta la vita, neppure con una semplice carezza, con un semplice pensiero, lei lo tradisse; pena, la m⋯
I ragazzi che si amano
17% Jacques PrévertSchiele Art
I ragazzi che si amano si baciano in piedi, contro le porte della notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, e i passanti che passano li segnano a dito, ma i ragazzi che si amano, non ci sono per nessuno, ed è la loro ombra soltanto, che trema nella notte, stimolando la rabbia dei passanti,⋯