Seconda moglie di Salmoneo (Apollod. Bibl. 1, 9, 8).
Il nome deriva da σιδηρός, “ferro” e significa quindi “dura come il ferro”, in accordo col carattere duro della donna: ella infatti trattò molto male la figliastra Tiro (Diod. Sic. 4, 68).

Crediti
   •  Σιδηρώ  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Vento tra le foglie
19% PercorsiSimone Weil
Mi sembra duro pensare che il rumore del vento tra le foglie non sia un oracolo; duro pensare che questo animale, mio fratello, non abbia anima; duro pensare che il coro delle stelle nei cieli non canti le lodi dell’Eterno.
Donna è gentil nel ciel che si compiange
18% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Donna è gentil nel ciel che si compiange di questo ‘mpedimento ov’ io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi ti mando, sì che duro giudicio là sù frange.
L’inebriante aroma del suo corpo
15% David Herbert LawrenceSchiele Art
Sigmund non rispose: spesso ella lasciava cadere così il discorso abbandonandolo al suo senso di tragedia. Non aveva nessuna idea di quanto la vita di lui fosse sradicata; e quando egli aveva tentato di farglielo intendere, ella aveva deviato, lasciandolo⋯
Tanto gentile e tanto onesta
15% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia quand’ella altrui saluta, ch’ogne lingua deven tremando muta, e li occhi no l’ardiscon di guardare.
È gentilezza dovunqu’è vertute
15% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
È gentilezza dovunqu’è vertute, ma non vertute ov’ella; sì com’è cielo dovunq’è la stella, ma ciò non è converso E noi in donna e in età novella vedem questa salute, in quanto vergognose son tenute, ch’è da vertù diverso.