Nome di un demone malefico, che causava lo scoppio dei vasi nei forni dei vasai (Epigr. Homer., ed. Baumeister, 14, 9 ss.).
Deriva dal verbo greco σμαραγέω, “risuonare, tuonare” e significa quindi “il chiassoso, colui che tuona”.

Crediti
   •  Σμάραγος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Solitudine che vaga
16% Schiele ArtToni Morrison
C’è una solitudine che può essere cullata. Le braccia incrociate che stringono le ginocchia. Continua, continua questo movimento che, a differenza di quello di una nave, rende calmi e contiene in sé colui che culla. È una cosa interna — tesa come la pelle⋯
Fermare il primo pensiero
13% Luigi CiottiPercorsi
Vi auguro di essere eretici perché eresia dal greco significa scelta. Eretico è la persona che sceglie. L’eretico è colui che più della verità ama la ricerca della verità. L’eresia dei fatti prima di quella delle parole. L’eresia che sta nell’etica prima ⋯
Manifestare ciò che non si dice
11% FilosofiaMartin HeideggerSchiele Art
Cosa significa fare silenzio? Significa forse non dire nulla e restare muti? Può far silenzio solo colui che ha qualcosa da dire. Fa silenzio nella misura in cui manifesta nel suo dire, e solo lì, ciò che non è detto. • Martin Heidegger • • • • • Egon Sch⋯
Ascoltare la propria menzogna
11% Fëdor DostoevskijSchiele Art
Colui che mente a se stesso e dà ascolto alla propria menzogna arriva al punto di non saper distinguere la verità né dentro se stesso, né intorno a sé e, quindi, perde il rispetto per se stesso e per gli altri.
Gli eterni scolari
11% Egon SchieleSchiele Art
Dove gli exlibris hanno inizio, comincia il vivo, – dove gli “scolari”, i morti viventi. – Vita? – Vita significa sprizzare il seme, vita significa gettare il seme, disperderlo, per? – per altri poveretti forse, per eterni scolari. Oh -, gli eterni scolar⋯