1. Figlio di Dioniso e forse di Arianna (Schol. Lycophr. Alex; Apollod. Epit. 9; o per altri amante del dio, Schol. Aristoph. Plut. 1021, Suda), padre con Crisotemide di Reo, Molpadia e Parteno, nonno di Anio (figlio di Reo/Rhoiò e Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi), sembra vivesse sull’isola di Taso. È inserito nel Catalogo degli Argonauti con suo fratello Fano (Apollod. Bibl 1, 9, 16). 2. In fonti latine, sempre legate al mondo di Dioniso, è il nome di un pastore, servo di Eneo (Oineo) in Etolia, considerato inventore della spremitura e della fermentazione del vino (Probus Comm. ad Verg. Georg. 1, 9); uno Staphylos figlio di Sileno avrebbe inventato la mistura di acqua e vino secondo Plin. Nat. hist. 7, 199. 3. Un altro Stafilo è nominato da Nonno (Dion. 18, passim); eroe di un intero canto, marito di Mete, l’Ebrezza, padre di Botri; sovrano di una improbabile Assiria, muore in battaglia, e viene sepolto all’inizio del canto 19. Nonno inventa anche una Baccante di nome Σταφύλη, Dion. 29, 257; 269: ferita in battaglia e guarita da Dioniso con un magico incantesimo, viene poi uccisa in Dion. 30, 223. Il nome è formato su σταφυλή, “grappolo” o “tralcio di vite”, di origine dubbia (Chantraine DELG s. v.), variamente collegato con σταφίς e ἀσταφίς, “uva passa” (Frisk GEW); probabile nome del sostrato pregreco.

Crediti
   •  Στάφυλος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Fa bene far le scale
15% Patrizia CavalliPoesieSchiele Art
al cuore fa bene far le scale al cuore ma se non fa le scale al cuore fa bene far l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi il cuore qualcosa deve fare che altrimenti muore sì muore sì muore il cuore… non può sparire non può dormire se va in pensione non è più cuore…
Scomparire in tempesta
14% AforismiClaude Lévi-StraussSocietà
L’uomo che muore si tramuta in giaguaro, la donna che muore con la tempesta se ne va con la tempesta scompare.
L’oblio dell’essere vivi
14% Jack LondonSchiele Art
C’è un’estasi che caratterizza il culmine della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. E il paradosso di vivere è tale che questa estasi arriva quando si è sommamente vivi e viene come un totale oblio dell’essere vivi. Questa estasi, questo dim⋯
I governi del popolo
14% AforismiFilosofiaSøren Kierkegaard
Il tiranno muore e il suo governo è finito, il martire muore e il suo governo inizia.
Eros
14% FilosofiaPlatone
Poiché Eros ErosNelle più antiche teogonie è la forza generatrice uscita da Caos, contemporaneamente a Gea. Dio dell'Amore, personificazione di questo sentimento. Ignoto a Omero, è citato da Esiodo nella “Teogonia” per cui si può ritenere che il suo mito nasca intorno all'VIII sec.a.C. Fu concepito... Leggi è figlio di PorosDio dell'abbondanza e sposo di Pènia. e di Penìa, si trova nella tale condizione: innanzitutto è sempre povero, e tutt’altro che bello e delicato come dicono i più; al contrario è rude, sempre a piedi nudi, vagabondo, perché ha la natura della madre ed è legato a⋯