Demoni femminili alati (Ovid. Fasti 6, 131 ss).
Chantraine (DELG, s. v. *στρίγξ) confronta questo nome con il radicale τρίζω, “lanciare grida acute, fischiare, stridere”, lat. strideo, in quanto il nome evocherebbe il grido di un uccello. Un’altra ipotesi è stata fatta da Thieme (Heimat der indogerm. Grundsprache, p. 37), che fa derivare questo nome dall’indoeuropeo *strig-, “colui che accarezza” = “gufo, uccello notturno”, confrontabile col lat. strix, “gufo” e col verbo stringo, “serrare, stringere, pressare” (cfr. Ernout- Meillet, DELL, s. v. striga). Anche Walde riporta questa etimologia (Walde-Pokorny, Vergleichendes Wörterbuch der Indogermanischen Sprachen, p. 637), mentre Chantraine (DELG) la giudica poco plausibile, senza peraltro giustificare la sua presa di posizione.

Crediti
   •  Στρίγγες  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Sentirci giustificati d’esistere
13% Jean-Paul SartreSchiele Art
Mentre prima di essere amati eravamo inquieti per questa protuberanza ingiustificata, ingiustificabile che è la nostra esistenza, mentre ci sentivamo di troppo, ora sentiamo che questa esistenza è ripresa e voluta nei suoi minimi particolari da una libert⋯
Dissolvenze
12% AnonimoPoesieSchiele Art
Dissolvenze anche, nonostante il tuo essere altrove, ogni pagina è ricordo inchiostro versato, ogni battito del tempo dove il sangue scorre lento, è un viaggio senza fretta che mi riporta a te.
Istituzioni politiche
12% AristotelePolitica
È naturale che non sia una novità per chi si occupa di filosofia della politica la divisione in classi – quella dei guerrieri e quella dei contadini – del corpo della cittadinanza. Questo ordinamento vige tuttora in Egitto, dove fu stabilito da Sesostri, ⋯
Le mie penne nere
12% Franz KafkaPercorsi
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sono un uccello insopportabile», disse Franz Kafka, «sono una gazza, una kavka Le mie ali sono atrofizzate. Così per me non esistono altezza e distanza. Vado saltellando con la mia aria confusa in mezzo agli uomini, che mi guardano pieni di sfiducia, p⋯
E questo mostrare si volea
12% Dante AlighieriDoré Gallery
E però che la perfezione di questa moralitade per Aristotile terminata fue, lo nome de li Academici si spense, e tutti quelli che a questa setta si presero Peripatetici sono chiamati; e tiene questa gente oggi lo reggimento del mondo in dottrina per tutte⋯