Nome del fiume che scorre presso la città della Magna Grecia che da esso prende il nome, e del suo dio, latino Tarentum.
Secondo Kretschmer (“Glotta” 14, 1925, p. 87; 30, 1940, p. 104) il suffisso -nt è di particolare frequenza in una lingua poco nota, l’illirico, per la quale i toponimi in -ntum sono senz’altro caratteristici. La questione è se il suffisso ha funzione participiale o puramente nominale; è problema difficile da risolvere perché ci troviamo di fronte a problemi etimologici non sempre risolubili in una lingua poco conosciuta. Carnoy (DEMGR) ritiene che il nome derivi dall’indoeuropeo *taro-, “rapido” (sanscrito tarani-, “rapido” dalla radice *ter), che abbonda nei nomi di fiumi, come Thérain, Taro, Tara, Tarascone.

Crediti
   •  Τάρας  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Problemi insolubili
27% AforismiJohn W. GardnerSchiele Art
Ci troviamo continuamente di fronte a una serie di grandi opportunità brillantemente travestite da problemi insolubili.
Non hai bisogno di soluzioni
25% Osho RajneeshPercorsi
La maggior parte dei problemi esiste solo perché non esiste la chiarezza per comprenderli. Non hai bisogno di soluzioni: hai bisogno di chiarezza. Un problema compreso correttamente, è risolto, perché i problemi sono prodotti da una mente incapace di comp⋯
Conoscenza fine a se stessa
24% AristoteleFilosofia
La filosofia nasce con l’uomo e la sua meraviglia davanti al creato, curiosità e amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi della conoscenza, permette di entrare in contatto e interagire con ogni forma vitale. Conoscenza fine a se stessa, dunque, movimento non utilitaristico. L’essere si da ⋯
Dottrina trascendentale degli elementi
22% FilosofiaImmanuel Kant
Voler risolvere tutti i problemi e rispondere a tutte le domande sarebbe una invereconda millanteria, e un’arroganza così stravagante da far perdere perciò senz’altro ogni fiducia. perché quello che noi sappiamo della natura è, in ogni caso, di gran lunga⋯
La notte è oceano
21% Octavio PazPoesie
Due corpi, uno di fronte all’altro, sono a volte due onde e la notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi è oceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi. Due corpi, uno di fronte all’altro, sono a volte due pietre e la notte deserto. Due corpi, uno di fronte all’altro, sono a volte radici nella notte intrecciate. Due corpi, uno ⋯