1. un figlio di Odisseo, secondo tarde congetture, riportate con scetticismo da Eustath. Comm. a Od. 2, 117, che cita dalla Telegonia di Eugammon di Cirene, Fr. 3 Bernabé; possibile doppione di Telegono. 2. Uno dei gemelli, con Pelope, che in fonti tarde Cassandra avrebbe generato ad Agamennone, e furono scannati da bambini e sepolti da Egisto con i genitori (ἐπικατέσφαξε τοῖς γονεῦσιν), ad AmiclePadre del giovane Giacinto tanto caro ad Apollo.... Leggi in Laconia; Pausan. 2, 16, 6-7.
Incerta per entrambi la grafia; già Wilamowitz notò che Τηλέδᾱμ- (Τελέδημ-, Schol. Od. 11, 420) non si adatta al verso epico (Homer. Untersuch., p. 183). Possibile intendere Τηλέδᾰμ- (cfr. Ippodămia, Ippodămos; Vürtheim, cfr. Bernabé PEG vol. I in apparatu, p. 104), nel qual caso si potrebbe intendere come composto retrogrado di τῆλε-, (*kwel-), “lontano”, e dal verbo δάμνημι, “domare”, dunque “colui (o figlio di colui) che doma, abbatte, da lontano”, cfr. Telemachos.
Se invece, come nel caso di T. 2. (nei MSS di Pausania, e anche per T. 1. Schol. Hom. Od. 11, 420), si legge Τελ-, allora il senso potrebbe essere, da τελέω, “compio, porto a termine”, e δᾶμος (dunque con ᾱ), “popolo”, “colui che opera, che compie azioni per il suo popolo”.

Crediti
   •  Τηλέδαμος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Complicità ed omertà
20% PoliticaSandro Pertini
La corruzione è una nemica della Repubblica. I corrotti devono essere colpiti senza nessuna attenuante, senza nessuna pietà. E dare loro solidarietà, per ragioni di amicizia o di partito, significa diventare complici di questi corrotti. Bisogna essere deg⋯
Un popolo minore preso nel suo divenire
16% FilosofiaGilles Deleuze
La salute come letteratura, come scrittura, consiste nell’inventare un popolo che manca. Inventare un popolo spetta alla funzione fabulatrice. Non si scrive con i propri ricordi, a meno di farne l’origine o la destinazione collettive di un popolo a venire⋯
Il non ritorno
16% AforismiJean BaudrillardSchiele Art
Il fatto di essere andato il più lontano possibile mette in qualche modo fine al viaggio. La sola tappa successiva sarebbe il non ritorno.
Soggetto-Oggetto
15% ArticoliGiovanni Romano BacchinHome
Vi è irriducibilità tra l’intenzione del linguaggio, che è pensiero, e il linguaggio che è “i linguaggi” e ne è propriamente l’oggettivazione. “Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi intendo” corrisponde a “io penso”. “Io penso” è già per se stesso “io mi penso”, ma io intendo pensarmi come⋯
Il nulla come possibilità
15% Emanuele SeverinoFilosofia
In una delle sue forme più coerenti il nichilismo (cfr. “Essenza del nichilismo”) pensa che la totalità degli enti abbia un inizio. Avere un inizio significa, per la totalità, avere un «prima». Se non avesse un «prima», se non fosse nel tempo, sarebbe ete⋯