Personaggio che nell’Iliade risulta il piú vile dei Greci davanti a Troia (Hom. Il. 2, 211 ss.).
Deriva da θέρσος, forma eolica per θάρσος, “audacia, coraggio” e significa “sfrontato, impudente”, con significato negativo date le caratteristiche del personaggio. In miceneo compare il nome to-si-ta, Θορσίτας, con or- derivante da ə-.

Crediti
   •  Θερσίτης  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Realtà se non nella forma
18% FrammentiLuigi Pirandello
La realtà che ho io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi per voi è nella forma che voi mi date; ma è realtà per voi e non per me; la realtà che voi avete per me è nella forma che io vi do; ma è realtà per me e non per voi; e per me stesso io non ho altra realtà se non nella forma che riesco ⋯
Soggiornare presso il negativo
17% FilosofiaGeorg W. Friedrich Hegel
Lo Spirito conquista la propria verità solo a condizione di ritrovare se stesso nella disgregazione assoluta. Lo Spirito è questa potenza, ma non nel senso del positivo che distoglie lo sguardo dal negativo, come quando ci sbarazziamo in fretta di qualcos⋯
Questione di stile
14% AforismiFrançois MauriacSchiele Art
Unire l’estrema audacia all’estremo pudore è una questione di stile.
Valore del coraggio
14% AforismiGiacomo LeopardiSchiele Art
Chi ha il coraggio di ridere è il padrone degli altri; chi ha il coraggio di morire è il padrone della morte.
L’accettazione della finzione
14% Anna Maria TocchettoSocietà
La Bibbia, non è un’opera di finzione in se stessa, poiché qualcuno, vi si è riversato scrivendola; dio non è mai esistito, ma questo non significa negare che sia esistito in un’opera di finzione e che come tale possa essere oggetto di discorso. Proprio p⋯