Nome di diversi eroi. 1. Padre di un certo Alcmeone, eroe greco che viene ucciso da Sarpedonte in Hom. Il. 12, 394-396; 2. Figlio di Enope, ucciso in modo spettacolare da Paride, Hom. Il. 16, 401-410. 3. Figlio di Apollo e di Laotoe secondo alcune fonti chiamato Idmone (il Conoscitore), avrebbe preso parte alla spedizione degli Argonauti; Schol. ad Apollon. Rhod. 1, 39. 4. Padre dell’indovino Calcante (Hom. Il. 69), ritorna con le figlie Leucippe e Teonoe come protagonista di avventure romanzesche, testimoniate in età imperiale, forse trattate dal mimo o dal teatro tardivo (Hygin. Fab. 190). Nomen agentis (Benveniste, Noms d’agent, p. 54), dalla radice *gwhedh-, ricollegabile a θέσ-σασθαι, “pregare”, “invocare” (Von Krafft, Homerische Personennamen § 64), significa “Colui che prega”.

Crediti
   •  Θέστωρ  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Rappresentazione primitiva della madre
14% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Il grafomane
13% Jacques DerridaLinguaggio
La scrittura è il figlio miserabile. Il miserabile. Il tono di Socrate è talvolta accusatore e categorico, denuncia un figlio traviato e ribelle, un eccesso e una perversione, talvolta impietosito e condiscendente, compiange un vivo orbato, un figlio abba⋯
L’uomo e la morte
12% AnonimoSchiele Art
Ne Il Profeta il tema della grandiosità si coniuga con il tema melanconico, il personaggio di luce in primo piano si confronta con un doppio di morte. Evidenti sono i collegamenti formali con Colui che vede sé stesso (1911), chiamato anche L’uomo e la mor⋯
L’uomo e la morte
10% AforismiEgon SchieleSchiele Art
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sto dipingendo quel me stesso su cui poso lo sguardo, io sono contemporaneamente colui che guarda e colui che è visto.
Non devi dimenticare nulla
10% Philip RothSchiele Art
Poi, cinque o sei settimane dopo, verso le quattro del mattino, avvolto in un bianco sudario venne a rimproverarmi. Disse: Avrei dovuto indossare un vestito. Hai fatto la cosa sbagliata. Mi svegliai urlando. Tutto ciò che faceva capolino dal sudario era i⋯